Nessun articolo nel carrello

Mons. Paglia replica a Salvini

Mons. Paglia replica a Salvini

Le prime parole del nuovo ministro dell’Interno hanno provocato numerose reazioni nel mondo cattolico. Intervistato da Repubblica, mons. Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia accademia per la Vita, ha ricordato che «Nella tradizione cristiana e dell'umanesimo laico è un 'imperativo categorico' quello di accogliere chi fugge dalla guerra e da situazioni drammatiche». Per poi precisare quanto segue: «In meno di 100 anni sono partiti dall'Italia più di 25 milioni di persone e non perché in Italia c'erano la guerra o la persecuzione. Hanno collaborato - assieme a tanti altri immigrati - a rendere grandi tanti Paesi. E poi guai a distorcere la realtà e a favorire la percezione dell'insicurezza che si dice generata dagli immigrati fomentando la rabbia collettiva». E ancora: «Si dimentica un dato positivo: sono più di 5 milioni gli immigrati residenti in Italia, provenienti da circa 200 nazioni, a dimostrazione che abbiamo saputo accogliere. L'immigrazione va governata evitando chiusura e ingenuità ambedue controproducenti». Secondo Paglia, è stato «opportuno» l'intervento del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, che «ha fatto bene a insistere sul dovere di 'lavorare per il bene comune senza partigianeria, con carità, senza soffiare sul fuoco della frustrazione e della rabbia sociale'». Per Paglia, ancora, «l'intuizione della Comunità di Sant'Egidio di realizzare corridoi umanitari rappresenta una intelligenza d'amore che coinvolge nell'integrazione l'intera società. E' di grande interesse che questa esperienza sia stata accolta anche da altri Paesi europei come la Francia, il Belgio e altri».

foto di Noborder Network, tratta da Flickr, licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Forse già molti di voi se ne sono accorti: da alcune settimane Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.