Nessun articolo nel carrello

Dal Nord Corea con amore: Kim Jong-un invita papa Francesco

Dal Nord Corea con amore: Kim Jong-un invita papa Francesco

Sarà il 18 ottobre quando papa Francesco riceverà l’invito formale del presidente della Corea del Nord, Kim Jong-un a visitare il Paese asiatico, un fatto davvero straordinario, perché sarebbe la prima volta di un papa al nord del 38° parallelo. E a consegnarglielo sarà Moon Jae-In quando farà tappa in Vaticano durante il suo tour europeo. Un "fattorino" inimmaginabile soltanto qualche mese fa, prima che le due Coree, separate dal 1948, cominciassero ad intrattenere fra loro rapporti cordiali. È stato durante il terzo incontro al vertice fra i due Paesi, lo scorso settembre, che Kim Jong-un ha incaricato il suo collega di portare l’invito al pontefice. L’annuncio è stato dato durante una conferenza stampa per la presentazione del viaggio di Moon in Europa e in Vaticano. Il portavoce Kim Eui-kyeom ha dichiarato: «Il presidente Kim [Jong-un] ha detto che egli “accoglierebbe con calore il papa se lui volesse visitare Pyongyang”». Dell’incontro fra Francesco e Moon la Sala Stampa vaticana ha dato notizia oggi, aggiungendo che Moon sarà presente a una messa - “per la pace nella penisola coreana” - che sarà celebrata nella basilica di San Pietro dal segretario di Stato card. Pietro Parolin.

Papa Francesco si è recato in viaggio apostolico in Corea del Sud, principalmente per presenziare alla VI Giornata della Gioventù Asiatica che si è tenuta nella diocesi di Daejeon, dal 13 al 18 agosto 2014, preceduto da papa Wojtyla che ha visitato il Sud Corea due volte, nel 1984 e nel 1989.  

Francesco non partirà domani per Pyiongyang, ma che realizzi questa visita parrebbe indubbio: difficile che possa opporre un educato rifiuto allo straordinario invito di Kim Jong-un. Lì troverà una piccolissima quantità di cattolici (la cui stima è peraltro così difficile che la forbice si attesta fra i 2.000 e i 400.000 fedeli) raccolti nella “Associazione cattolica coreana” controllata con mano di ferro dal governo. Nell’unica cattedrale cattolica di Pyiongyang si svolgono servizi settimanali con inni e preghiere, ma non si amministrano sacramenti. Secondo Religión digital, il governo permette solo in rare occasioni a sacerdoti stranieri di visitare la cattedrale e celebrarvi messa. La speranza (o la logica previsione) del sito di informazione spagnolo è che la Corea del Nord per l’occasione «apra le frontiere perché possano assistere alla visita papale dei cittadini del Sud».

*Foto tratta da Creative Commons immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Nel 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.