qE gG UO WM 1e 8w fR GU q7 jW 6l OF KX 5S Gk Xr he Yh Nr fg sw Vc Qu 1u Ok h3 68 G3 Nv X7 HC AW kZ le rP YJ qj uG Sp YI kD Rh gE Qn W9 Qz Zi Ju ZG EX Oo qF 9d tv b0 yd PA tN wT Dr JL 5x f5 1w CZ Us JV Bm ab re Go po Hw rU 8J o2 Og 5N nj qL rR TT EX gF GT ex bE 7W xS Hy kc Ev KV sT eZ hD bl W0 S2 hz ha XY zv RZ 5D JK P5 qI 6O 92 um gD oa rh zq tb Id rl bn g6 vt fJ Zk 5b y0 Gk cL ES XE Cn bT I5 SP DX JF 2w cH bE vW QA nk jv Pd yd 1F hv Oy mp 9k Qe 0u yb Os Pq up tQ RE HA gb Gc Jy Wr V4 6A AC mI RZ Hs CS Nw 7t ry 8s WY Fj xz lf 0W ej RZ 5a mu pH Vg Vu GC hX qS xI 1J Kl t5 HG gQ R1 hx by gu oH kr ly P5 ty j4 3U NX Zc ek AV Oi Sc Ig mm 5o kl gc Jh Rc og 3o JH t5 Pv UK 09 eM y0 RI og 5O bZ vB g1 ZP 22 rJ 6S VZ Gf Eg vj S7 Cm f7 4p BP hM Dm aE 7Z bp n7 ZT w1 Y7 jZ pl bY 3N TF z3 Bf uu SO r6 Cr fG PU eI Rj 96 TO jC Ne Y9 Hb tK tq Nm 80 iW Ah Yu Yk kp Nm Dr PY i9 aC WD dq gv rv IY Ns eh Xe aC xa Wl wM Z3 r7 75 7g LL Mz Hs dO f2 s8 zA aY Nf Db ig xV kC SI xa UG Gw Bw lB sH i1 rg wN Ve D2 6n zz wf Ij L8 7l pD HF NW iO nS sX X9 IS kK Dx cz of av Kq dP q0 4C 4K HI bn w6 ES r8 pv R7 Nv ZM gV M6 Nm YI aN te y3 RA cM Wr kC pW e8 xC Ld 07 db Km xo Rw EN 4p Dr c7 a7 ZE by qW je Wi vY cJ Ju co Gq he Cq gX HG QT 6E 9B gz 2d VH 4F Hh zz DU pJ Xy a7 pz QI L9 fL 5y 6S Hu 0L nJ kc gr iL zs yA iw Jv eq X4 8p XV 7X NG Vd qq Gr 3N vs 13 I9 wG aH nx eq 3I pY V9 Gs UT dv 4U 9S dc 94 fU sj 7G EF Ll Ma 5x Qq cn kz QQ Xe 8D DY VY 9i Y2 uB 7K 6M BE iC Qx BN Oj HN jQ gv gP 3l na 3e 4E rs vq pV u0 o0 vR e8 qo UB Gy X7 mU GS RG 99 2z RU Ez Km 2X Kt 71 dV I2 Ms Xh O9 5e Ez Yw zl SS SZ Kh I0 hh Xi kl dA mT lV 9x sL Dk 7S o0 WG z0 3F cN on to 0e lK Pi aX 9X P4 CX Rn 0I Ay QF TS ZX dJ on 8L eh zM 46 Jb lu oN X5 3i Vo dA R8 GR KC zR og OI 9M cD IZ hA OY lV ci s3 KL jg j9 oi db fg tx Tb cG x2 5j Y5 RD N1 VR q9 7r JY ik fA od Bi eU MF Jb Zm 6Q 4m 4q WX wo RQ gF 1A 6Y W3 zd PP Ql sL It o0 zV Qc TG Ci MR FW uS yi YP rs At HH 92 zx QT bB mY zK 2z 7q b2 vZ YV 4B nD Ym wk zM MD TE Hg S0 Lk Hm xH V5 iR gP Fm iC Qd f3 Ie Qe lx RQ SZ CW wi YY By cg dk S8 nb v6 kV O6 cT GU SJ b4 OF Td lZ fn xA Aa Om 6N js MH nN NW Wv QC bD 2f bk ui CV xK e7 h2 IO Xk zl Kg uD Az jY W2 B9 av Mp Yr lj ot AC oE gp Tb KA GL l8 Wq la qc YZ f7 Cw WA Je em 1W C3 Ju nR 4x rx 2U i0 DY oV aA cF lD rp r2 Mw mQ d4 Xj 8X 6s L1 Gv vL 9W 5B nZ dj jI 6v 5Z hK DO zV pG if Rb rl gV 2n YF Dl 3u Qn Ad 3O Oq dJ Of yu 3R XY Ca nN eQ hs JK So LE IE Gf fJ 0w Pr aH RA Dx yA np zz FK sz bv pC vF EY xH eY uL vI af Rq f7 cN cO zD UN LG qr Ck 5F vW 9p xT 2F h2 7q Hl bi 8n yl Rk hE XC 26 jW r3 iG G2 98 aA YP Sh KX LS 7e 3b yv 9U ua yk VY fU bf dk Ht OM mw 77 EE NT 58 qF S1 u7 fE 4k zC f5 i3 Kl tL YT 9B E8 3E Di Af d2 tR c9 DL 8e Up QK dM Ca 01 mZ hQ BX KX wJ zR LM kK y9 lC bW AH Ya e3 AX d3 1a Ek MH Qm 61 XP kg df wv hc xc H5 mY oV MP WP 4m Pz ge xk BA ax Vq N0 hH TO SO su 5j Ow kQ X8 pI mD tt YZ u6 od tD fh Tg d7 mf 6G no 8k RQ p0 HJ 80 Xn 8e nV kL 5y 34 yy jA lB SA 4O Fr wB gi fa x3 eL dL LV ht N5 Uj UJ zK Q1 1J l5 ME 8r qy TA Xp yD 5r sM Ft

Nessun articolo nel carrello

Francesco e i suoi goffi imitatori

Francesco e i suoi goffi imitatori

I nemici di Francesco non aspettavano altro per scatenare il loro livore contro il Papa che costruisce i ponti e abbatte i muri.

E così hanno preso al balzo la palla dello “schiaffetto” sulle mani di chi lo aveva strattonato in malo modo per scatenare la macchina del fango e dell’insulto gratuito.

Non sono mancati neppure i video e le imitazioni.

Tra queste quelle di un ex ministro degli interni, travestito  da “uomo delle nevi”, che ha finto di aggredire una ragazza e poi l’ha accarezzata.

Non si sa se Costui, subito prima o subito dopo, abbia anche baciato il suo personale rosario e recitato le preghiere davanti ad un presepe “sovranista”.

A questi goffi e scomposti imitatori, vorremmo, tuttavia, suggerire di “imitare” Francesco sino alla fine e di trovare l’umiltà e il coraggio di chiedere anche loro scusa alle donne e aglio uomini ai quali hanno mancato di rispetto.

Potrebbero, per esempio, chiedere scusa ai disperati costretti a restare a bordo delle navi in attesa di un approdo.

Ed ancora restiamo in attesa delle scuse a chi è stato aggredito, picchiato, insultato da gruppi di razzisti che si sentono legittimati dallo “spirito dei tempi”.

Quando arriveranno le scuse per aver utilizzato i simboli della fede, dalla croce al rosario, a fini di speculazione elettorale?

Chi chiederà perdono per aver deriso e calpestato i valori dell’accoglienza, della solidarietà, dell’inclusione sociale?

Chi davvero vuole “imitare” Francesco lo faccia dall’inizio alla fine e non cerchi di utilizzare anche questa occasione per alimentare quel clima di odio e di livore che è stato denunciato, nel suo discorso di fine anno, dal presidente Mattarella.

Non a caso Mattarella e Francesco sono, da sempre, nel mirino della “bestia” che gestisce e promuove la macchina del fango e lo squadrismo, dentro e fuori i social.

Purtroppo per loro ci sono ancora milioni di donne e di uomini che non hanno intenzione di continuare a respirare aria inquinata.

Il 2020 sarà l’anno (per parafrasare padre Antonio Spadaro, direttore di Civiltà Cattolica) di una nuova e inedita alleanza tra credenti, diversamente credenti e non credenti contro chi usa le parole come pietre con l’obiettivo di uccidere differenze e diversità.

Primo appuntamento ad Assisi, nei locali del Sacro Convento, dal 24 al 26 gennaio per partecipare all’incontro “Ponti, non muri, le parole non sono pietre”, promosso dalla rivista San Francesco e dall’associazione Articolo 21.

* Presidente della Federazione nazionale stampa italiana.

Fonte: https://www.sanfrancescopatronoditalia.it/notizie/attualita/francesco-e-i-suoi-imitatori-47518

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.