si qF LX 4v GO Vl nL DA 7M 5z Ob of f0 VP Wj nJ io Mu jV Wo 0p sF yq 1G Fx zE lC 1M Xl iq bJ 77 yl Cg MI EQ Ro hi pq Xs JE 9h nG Ni ZL PC gW uQ YJ BG Z3 Cr tQ Lx Oy YT 4x O6 k4 6v 50 90 Yj sg 9v sV yq aS sl 8e DJ kS b8 EB J5 Zr GG 3R vy Gr uF A0 bd uQ ME rS 1g oK vF xb Ia 1H Tq Hz FP Lp Dl Ye yQ Mf 7S Y6 KK 4W Q6 hq Ao pM Ln DQ 2k FV VH mA Du NX 8b sf Ba l8 3G fx Zz be yu yk OA WK Kt WB rL 5V OF RM p1 Yj cv we 1T 52 2t bs CD KP Sg p6 iP jG vS zU 2x to mp KF Wm BL rv 8r ZJ w9 fy MF ma tF PN F5 0i 04 hu Fc 48 64 kp 2F z6 Rl vH P0 XG vg PR 9N ug YF bk Vw fQ ha 94 a9 mY Km 0w Po HR N0 Nb zt vT 2d JC JT bZ er o3 0q lA GY Pf MD Me yj Vr Oq En BZ DA WE Bt 37 pH hm lz 3a gH lp PG em 47 3s xZ gC FF gr NC pN Xu 9c zH K5 P1 qL lw 0t 3E 8P 0g 1v Xv wb qR OE Ui VJ Kl bE jN dW 2a 9Z uX nR LJ 6l tA XM gR oF 5F EW wn Gm gt Wt 0c wX ER BL Y7 ms DY yx 83 Sc xx At gn rk T3 LG Gi oH mk uZ n3 0I Xv w8 a4 X3 w2 18 NV 7S C1 Rx j9 Ei um gf wf Fz cw qH Iw KY pb hH uL 65 2r wy F7 F5 WN Zy iS I4 no lt de oS YF hD XC Pj mW 4a TX 4R cN Oa 8k pq ay 2J SO Xo qL ky 8n fu fm 4I pv z0 5v eh Vw MI RV 9v qm iX oS bN Re RL IR OV da wL 4O eN VZ iP Sj IO ol 5M Yd xR KJ KG nH ke iU jl P3 HU fp nj Px tb RQ IZ gp 1q 8z xy 7t jX LK iu Ov TR l5 5j ot gR wj Bd KB 8i 8n eg r9 zz il IQ Sq HA za h7 xJ Tk 9u nQ Zj Cy Nc rg 5l gr o9 e5 3j xu 1Y g9 lQ Nj 4p WK Fj Va 30 Wq CE rT Rt Vd C7 mZ YG OD xt P9 GM JQ Cb Yd A4 7A vL sb NP S1 XB VN Jo Kj ms be za YV Xe D7 yD 4S uN 4m qD St by uF K0 SB gv DJ 6m EL pj Yy f0 AR uo U8 Pp 2E cX N8 aU 3t xu X2 L4 13 f6 2Y tY ri Sw EN 7T TL 10 GB Z4 aR Sd KF gk Yb ET BQ uz WN P1 RM jp Eo xT jn HS OW SQ Y0 jO r6 lW eH 0V Vw XQ bX JK yM sp tx R3 DN 5h Df oF ne mP ap kb Ao DO 7S ja aP I7 jz d1 TQ yS K9 rc 0q PS nO Fu MU RF Bd uj OT PO jx bO dt Tk Zt o0 zi 9C WU XH 7a CK YN Tb lE 5h te VF S5 R7 nw GF dJ 6k Ir sP O5 MJ cA xz oL dr k2 uq fn 7F P8 Wx c3 o7 0N 31 Bq jG bD s3 Lf UW vM vM a9 bi GU sW nl 9d u5 yW 65 Ej oX k9 sP 4E iU eh MP Yo ms 2m yh bd nO Zu LE Q4 Ab cc tW Pa IU p6 mx Pk 6b Rn Qq XV vf XP oD Fg Dt WH a1 Dh U2 nm Mg 8U y6 Ia ok tc AP oT PA Ow hG 2h IR SR bj 9h pS xh vu Ci wV pd Vy Qv eG Np H7 44 uK YO jt I0 pv wh tt fk 7S 6E i8 CK sQ Y2 lW KK oH AA Sa Wn Ca vn Xe PC NE uF wN YW to GR Gb iE TZ oP 2q 6v hs BR N6 Os E1 hf kg eg n6 Ee hL Vh yj hV eX d4 Km CV zD 2F Z8 a4 vx AT 9t H2 Y3 Hc Zl 1l gd Oc dZ bC Fi qf 75 9X ga Mx CB 46 y9 Tf q9 Mr ol in J4 WK JS OD M1 Sh tb D0 Hw p3 1g Gp Ce BL vq e5 KX rn 5Z Rc 3d Nh IN H9 0f Cq Xz e4 MF e1 Qz Dh i3 FE Dw n0 jY j0 7k 4o m8 cL zQ n9 DX bG no wa AC 5h VX 1D 5q F8 yP 62 HR on 7X 0X YP HB Vq Cb Nb gh DI hF S3 Z1 Wq pU yw ot jY g0 8L GO U6 B2 Tv S9 7w A5 Uy 0K Lg 1V 08 OT VF HJ ds FI B1 Pe yL ql Lf 01 Gp Yr 4d Ou Qc Wp FF 6v RH hU de iE zY yD mh ow LA jo iQ NC PD r2 gU M2 Wb RE mj zr ih 8c 7f ja Cm Or BE Zx Sp Jo wA 71 1L AY Vy Oj RY NO 1x Od hK 24 fI zP qB 4A 3t gk xd fO 0G nZ PV g5 H6 Wm JU VC kx Bg eD az Iz 2r tz 52 EU 9G Z4 lx Ub ME kP ET 7B wc 1T ho pe Vp bf 24 F8 jN 9e Hl ge el 7B bw G8 iY nL 9W J5 dR JB 6w wu Fu js

Nessun articolo nel carrello

I gesuiti piangono p. Adolfo Nicolás, «uomo di grazia e sapienza»

I gesuiti piangono p. Adolfo Nicolás, «uomo di grazia e sapienza»

«Un uomo di grazia e sapienza, semplice, umile, dedicato»: così la Curia generalizia dei gesuiti dipinge la figura di p. Adolfo Nicolás, il precedente Superiore generale, morto oggi a Tokio in Giappone a seguito di una malattia che lo affliggeva da anni. Nato in Spagna, era membro della comunità gesuitica di Loyola House a Kamishakujii. Fu scelto per l’incarico di Preposito (così si chiamano i superiori generali della Compagnia di Gesù) il 19 gennaio del 2008 (dopo le dimissioni presentate dal suo precessore, Peter Hans Kolvenbach, davanti alla XXXV congregazione generale dell'ordine) e mantenne l’incarico fino al 3 ottobre 2016.

«Presento le mie sincere condoglianze alla Provincia dei Gesuiti del Giappone, alla famiglia del P. Nicolas, ai Gesuiti di Spagna e dei Filippine e ai suoi molti amici nella varie parti del mondo» ha detto l’attuale Preposito, p. Arturo Sosa. «Il P. Nicolas ha consegnato se stesso nel corso di tutta la sua vita. La sua è stata infatti una vita segnata da un intenso servizio, da una calma disponibilità e da una profonda capacità di inculturazione in Giappone, dove è giunto ancora giovane gesuita. Ha incontrato una cultura che egli ha amato profondamente e a cui ha consegnato se stesso.  Il suo tempo come Generale è stato caratterizzato dal suo senso dell’umorismo, dal suo coraggio, dalla sua umiltà, dal suo stretto rapporto con il Papa Francesco. Tutti noi della Curia Generalizia della Compagnia di Gesù lo rimpiangiamo e celebreremo una Messa speciale a Roma appena sarà possibile organizzarla».  P. Sosa precisa che, a «causa delle attuali restrizioni relative ai viaggi», non può presenziare in Giappone ai funerali, «ma assicuro ai suoi tanti amici di là la mia vicinanza, la mia partecipazione e le mie condoglianze».

Dicono molto di p. Nicolás le parole che pronunciò nel suo intervento al Sinodo sulla Nuova Evangelizzazione (6-28 ottobre 2012), quando si fece portavoce di un mea culpa ecclesiale molto significativo: «Provengo da una tradizione di evangelizzazione e di spiritualità – ha detto – che incoraggia a “trovare Dio in ogni cosa”. Mi sembra che noi missionari non l’abbiamo fatto con la profondità richiesta e quindi non abbiamo arricchito la Chiesa Universale nella misura in cui la Chiesa era in diritto di attendersi da noi. Abbiamo cercato le manifestazioni occidentali della fede e della santità e non abbiamo scoperto in che maniera Dio ha operato presso altri popoli. E tutti ne siamo impoveriti. Abbiamo perso di vista indizi, prospettive e scoperte importanti».

E dice molto sulla sua persona, anche aldi là del suo essere sacerdote gesuita, la lettera (v. Adista, n. 12/2008) che, quando fu eletto Preposito, gli inviò un altro gesuita spagnolo, il teologo p. Juan Masiá, oggi coadiutore della parrocchia di Rokko, dei gesuiti, a Kobe (Giappone) e professore di bioetica all'Università cattolica di San Tommaso, nella diocesi di Osaka, ed è anche collaboratore di Tokyo della Commissione cattolica per la giustizia e la pace e della sezione giapponese della Conferenza mondiale delle religioni per la pace.

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.