Nessun articolo nel carrello

L'integrazione passa per il lavoro: il progetto delle Scalabriniane a Siracusa

L'integrazione passa per il lavoro: il progetto delle Scalabriniane a Siracusa

A Siracusa i giovani migranti tentano la via dell’integrazione nel tessuto economico e sociale della città attraverso il lavoro, preparandosi con corsi di formazione per diventare “assistenti di sala”. Non è forse il periodo migliore per lanciare un percorso di studi in un dei settori – quello della ristorazione – più duramente colpiti dalla pandemia e dalle misure nazionali e locali per il contenimento del contagio. Ma è con grande coraggio e con certo orgoglio che le suore missionarie di San Carlo Borromeo/Scalabriniane annunciano l’avvio del corso online «che punta a formare ragazzi migranti come “Assistenti di sala” nella ristorazione. Gli iscritti sono circa 26 ragazzi provenienti da Nigeria, Somalia, Ghana, Bangladesh e Gambia». I partecipanti impareranno l’italiano «specialistico sulla ristorazione», frequenteranno lezioni di educazione civica, per conoscere i loro diritti e i loro doveri sul posto di lavoro, lezioni di informatica di base, lezioni più specifiche e “tecniche” per il ruolo che ricopriranno. Il corso prevede anche una seconda parte, di apprendimento pratico sul campo, che si svolgerà presso ristoranti o bar della città siciliana, nelle modalità che la crisi sanitaria e gli adattamenti normativi consentiranno nel tempo. «La pandemia non ci ferma – affermano suor Angeljne e suor Mira – abbiamo bisogno di una rigenerazione; preparare persone vuole essere un contributo all'economia popolare e desideriamo progettare un futuro, che attualmente è congelato per la situazione mondiale, che stiamo patendo e affrontando». Il corso si conclude con un esame, con una valutazione finale. E con la speranza che, al termine della pandemia, tutti i partecipanti possano trovare una felice occupazione nel tessuto commerciale di Siracusa.

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.