Nessun articolo nel carrello

I nipoti del dittatore Franco contro l’esumazione della salma. E chiedono l’intervento del papa

I nipoti del dittatore Franco contro l’esumazione della salma. E chiedono l’intervento del papa

MADRID-ADISTA. I sette nipoti del dittatore spagnolo Francisco Franco, deceduto il 20 novembre 1975 e sepolto nella basilica della Valle de los Caídos, si oppongono all’esumazione dei resti del congiunto (v. Adista online 18/6/18 https://www.adista.it/articolo/59071). Hanno comunicato la loro determinazione alla Santa Sede con un lettera siglata davanti ad un notaio perché, hanno fatto sapere, «in caso l’esumazione avvenga, rimanga prova della loro opposizione previa» e sia base per l’impugnazione dell’atto cui che è ormai determinato il governo del socialista Pedro Sanchez.

Ma c'è dell'altro.Tanto l’arcivescovato di Madrid quanto la Conferenza episcopale spagnola avevano dichiarato che non si sarebbero opposti alla traslazione della salma in altro luogo, traslazione che non potrebbe avvenire senza il consenso delle autorità religiose essendo chiese e cimiteri di pertinenza ecclesiale. I parenti del dittatore, rappresentati dal generale Juan Chicharro, presidente della Fondazione Francisco Franco, hanno però ricordato che la custodia della basilica è affidata alla comunità benedettina e che questa dipende esclusivamente dal papa. «Il luogo dove si trova la tomba di Franco, fra l’altare maggior e il coro, è parte della basilica – ha precisato – e, in base agli accordi del 1979 fra la Chiesa e lo Stato, è inviolabile», e dunque delle due l’una: «O si modifica il Concordato o il papa dà ordini in questo senso».

*Foto di Mario Modesto Mata tratta da Wikimedia Commons immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Nel 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.