Nessun articolo nel carrello

Chiesa, migranti, manovra economica, spese militari: “Famiglia Cristiana” intervista il premier Conte

Chiesa, migranti, manovra economica, spese militari: “Famiglia Cristiana” intervista il premier Conte

L'Italia nel mirino dell'Unione Europea per la manovra economica, la paura e l'insicurezza dei mercati, le forti preoccupazioni all'interno e all'estro per il decreto sicurezza di Matteo Salvini, che avvicina l'Italia all'Ungheria di Viktor Orbàn. Insomma, il “caso Italia” spaventa.

Eppure, riferisce il premier Giuseppe Conte in un'intervista a 360 gradi rilasciata a Famiglia Cristiana, da oggi in edicola, non c'è nulla da temere, anzi... Luciano Regolo, autore dell'articolo, descrive un presidente del Consiglio che «manifesta una sicurezza e pacatezza del tutto naturali. Il suo sembra un ottimismo reale, convinto». Anche quando l'intervistatore gli chiede se non avverte un minimo disagio di fronte alle politiche anti-migranti di impronta salviniana. «Gli unici nemici di questo governo sono gli scafisti e tutti i trafficanti di esseri umani che alimentano le rotte della disperazione», afferma senza batter ciglio. «Noi abbiamo salvato migliaia di persone, ci siamo sempre precipitati a soccorrere i migranti che erano in pericolo di vita e abbiamo sempre fornito loro assistenza sanitaria e vitto. Sarebbe ingeneroso sostenere il contrario», dice ancora, mettendo le mani avanti. Inoltre, sottolinea ancora Conte riproponendo lo slogan che ha accompagnato l'azione governativa negli ultimi mesi, «ci siamo resi conto» «che le nostre coste non possono continuare a essere il luogo di sbarco di centinaia di migliaia di migranti nell’indifferenza degli altri Paesi europei». E anche: «La politica deve anche assumersi la responsabilità di riconoscere che l’accoglienza indiscriminata non genera integrazione. Anche papa Francesco, alcuni giorni or sono, ha osservato che bisogna accogliere i migranti nella misura in cui si integrino, con la prudenza dei governi, e che non sia una minaccia contro la propria identità. È un principio a cui ispiriamo la nostra azione di governo».

Nell'intervista “Conte” salva anche il cosiddetto Decreto Salvini su sicurezza e immigrazione e schiva abilmente la domanda sull'“abbraccio” tra Orbàn e Salvini, sottolineando il carattere informale e non governativo di quell'incontro; esalta la manovra finanziaria, «che per la prima volta, davvero, mette al centro i cittadini, che fa del bene al Paese».

Tanti ancora i temi al centro dell'intervista di Famiglia Cristiana: Padre Pio, papa Francesco e il presidente della Cei Bassetti; e, ancora, Putin, Trump, le alleanze internazionali, gli impegni militari all'estero, la spesa militare in crescita e il rinnovo del programma di acquisto dei caccia bombardieri F-35, in aperta contraddizione con quanto proclamato in campagna elettorale, per esempio, dal Movimento 5 Stelle; e, poi, la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano; il ruolo dei cattolici in politica e l'urgenza di un nuovo partito dei cattolici.

In chiusura, con eleganza, l'intervistatore invita il premier a chiarire sull'accusa di essere «una sorta di figura meramente “rappresentativa”» di un governo in realtà ben saldo nelle mani dei due vice. Luigi Di Maio e Salvini «sono anche leader delle rispettive forze politiche. Per questa ragione hanno particolari esigenze comunicative», svicola Conte. «Ma il mio ruolo è insostituibile: sono chiamato a esprimere la sintesi politica e a riassumere l’indirizzo generale del Governo. Dell’autorità di Governo mi assumo tutta intera la responsabilità».

 

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Nel 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.