Nessun articolo nel carrello

"Chi è eletto non può fare quello che vuole": secondo p. Zanotelli Salvini deve essere processato

Domani mattina, 7 febbraio, la Giunta per le immunità del Senato si esprimerà sulla richiesta del Tribunale dei Ministri di Catania, che ha chiesto l'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini perché, abusando dei suoi poteri di ministro e violando le convenzioni internazionali, avrebbe privato della libertà personale i 177 migranti soccorsi ad agosto dalla nave Diciotti. Ora la palla passa alla Giunta del Senato, ma intanto dentro e fuori il Parlamento, esplode il dibattito: processo si o processo no?

Il ministro dell'Interno deve essere processato: non ha dubbi il missionario comboniano a Napoli, Alex Zanotelli, intervistato da AdnKronos: «Il discorso è chiarissimo», ha dichiarato: «Salvini ha violato leggi nazionali e internazionali, utilizzando persone stremate per un suo scopo politico. E un ministro non è sopra la legge, per questo va processato».

Secondo il missionario, non basta un forte consenso popolare per ergersi al di sopra della legge, nemmeno quando questo aumenta proprio in virtù di decisioni politiche così dirompenti. Allo stesso modo, il consenso popolare di cui gode Salvini, aggiunge il sacerdote, «non può cancellare i fatti e neanche la realtà sociale del nostro Paese, dove il problema non sono affatto i migranti, ma la povertà e la disoccupazione nonché l'incapacità dei politici di mettere mano alla situazione economica che sfugge ai loro interventi perché viene determinata dai grandi potentati economici e finanziari mondiali».

Nemmeno il braccio di ferro con l'Europa per un'equa ripartizione dei migranti giustifica questo accanimento contro i migranti, e una vittoria politica in questa direzione «non si può e non si deve ottenere sulla pelle degli stessi migranti, infliggendo a chi ha già tanto sofferto delle ulteriori sofferenze. Se la magistratura si è mossa, l'azione giudiziaria deve fare il suo corso, altrimenti la conseguenza è stabilire che chi è eletto può fare quel che cavolo vuole, senza rispondere delle sue azioni in base alle leggi ma soltanto all'elettorato».

L'ultimo monito del missionario è riservato ai senatori pentastellati: «Se i 5 stelle negassero l'autorizzazione a procedere, andrebbero in contraddizione con quanto hanno sempre predicato finora: M5s rinnegherebbe sé stesso e cancellerebbe tutto il percorso politico e di consenso elettorale costruito contro la “casta”, soprattutto quella politica, perdendo totalmente la faccia come persone e la stessa identità del movimento».


* Fotografia di Niccolò Caranti, tratta da Wikimedia Commons, immagine originale e licenza. L'immagine è stata tagliata

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Nel 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.