Nessun articolo nel carrello

Domenica prossima elezioni in Spagna: l’estremista di destra Vox farà buona pesca fra i cattolici?

Domenica prossima elezioni in Spagna: l’estremista di destra Vox farà buona pesca fra i cattolici?

MADRID-ADISTA. Quali sono i partiti spagnoli, fra quelli che si presentano alle elezioni legislative del 28 aprile, che «più rappresentano i valori dei cattolici»? La risposta la dà uno studio realizzato dall’associazione cattolica “Enraizados”: innanzitutto il partito di estrema destra Vox e poi il PP, il Partito Popolare, situato fra centro-destra e destra. Lo “Studio nella prospettiva del voto cattolico dei programmi elettorali” ha considerato solo le cinque maggiori formazioni  politiche: oltre le due citate, Ciudadanos, Psoe e Podemos (nell’ordine in cui si sono collocate).

I principi in base ai quali sono stati valutati i programmi dei partiti per questa imminente tornata elettorale sono «i principi non negoziabili come furono definiti da Sua Santità Benedetto XVI» nel suo discorso alle “Giornate sull’Europa” organizzate dal Partito Popolare Europeo, ai quale «abbiamo aggiunto – scrivono i ricercatori – il bene comune nella sua visione nazionale e mondiale» (ancora Benedetto XVI nella Sacramentum caritatis) e i criteri «segnalati dai vescovi spagnoli con l’obiettivo di chiamare a un voto responsabile».

Nello specifico, i principi sono: - protezione della vita in tutte le sue fasi, dal momento del concepimento alla morte naturale; - riconoscimento e promozione della struttura naturale della famiglia, come unione tra un uomo e una donna basata sul matrimonio, e la sua difesa contro i tentativi di equipararlo giuridicamente a forme di unione radicalmente diverse che, in realtà, lo danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo ruolo sociale insostituibile; - protezione del diritto dei genitori di educare i propri figli;  - bene comune nazionale; - bene comune del mondo.

Ai 24 criteri in cui sono stati riassunti i temi relativi ad ognuno (per es. «Protezione della vita» comprendeva aborto, eutanasia, manipulación de embriones, utero in affitto, aiuto alla donna in gravidanza), sono stati assegnati massimo 4 punti ciascuno, significando questo punteggio che il criterio viene rispettato nel programma elettorale «ad alto grado» (3, 2 e 1 punti per gradi inferiori, 0 per quelle formazioni che non trattano la questione o la trattano in modo giudicato «deficitario» nei loro programmi). Sul punteggio massimo di 96 (24x4), Vox ha totalizzato 60 punti; il Pp 44; Ciudadonos 24, il Partito socialista 13, Podemos 8.

Vox ha “meritato” 4 punti pieni per i seguenti argomenti: aborto, eutanasia, utero in affitto e aiuto alle donne incinte, leggi sul matrimonio e di genere, grande famiglia, reddito familiare, lavoro in casa, istruzione differenziata, educazione sociale, controllo scolastico, indottrinamento e libertà di linguaggio. Il punteggio 0 lo ha ottenuto sul tema del «trattamento degno degli immigrati».

«La finalità di questo studio – afferma il testo – è quello di facilitare il discernimento, specialmente dei cattolici». E di influenzarne la scelta, verrebbe da aggiungere. Comunque, se è vero che le risposte dipendono sempre dalle domande, dalla loro formulazione e da chi le pone, viene anche da chiedersi se i cattolici spagnoli siano in gran parte così di destra da esprimere e supportare – come i nazionalisti e i nostalgici della dittatura – un partito come Vox. Qualcosa si potrà capire dai risultati che usciranno dalle urne domenica prossima.

*Il risultato di Vox nelle elezioni europee del 2014. Immagine di Saulo Tarantino, Habbit and Martorell, tratta da Wikipedia, originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.