Nessun articolo nel carrello

“Sguardi critici sul mondo

“Sguardi critici sul mondo": a Roma, una giornata di studi su guerre, autoritarismi, clima e democrazia

ROMA – L’11 dicembre, presso la Sala Carlo Donat-Cattin dell’Auditorium di Via Rieti 13, giornata di studio e di proposte dal titolo: “Sguardi critici sul mondo: guerre, autoritarismi, crisi ecologica, democrazia”. Promuovono ANPI, ACLI, ARCI, Libertà e giustizia, Rete italiana Pace e Disarmo, Salviamo la Costituzione, Comunità di Sant’Egidio e Volere la Luna.

«Dalla fine del secondo conflitto mondiale», scrivono i promotori nell’invito, «mai così tante guerre, conflitti e tensioni internazionali si erano scatenati in modo tanto devastante e a livello globale. La “terza guerra mondiale a pezzi” paventata da papa Bergoglio, purtroppo non è più solo una minaccia. Guerre e conflitti in atto stanno cambiando il volto del mondo e minano l’assetto democratico in un numero sempre più crescente di Paesi. È finita l’epoca del bipolarismo e faticano a delinearsi nuovi equilibri geopolitici. Anche gli organismi internazionali vivono una crisi senza precedenti, così come l’Unione Europea che, alla vigilia delle prossime elezioni del Parlamento europeo, sembra vivere uno dei momenti più complessi e critici dalla sua fondazione».

E poi, oltre le guerre, ci sono anche la crisi climatica, le migrazioni di massa, la lotta delle donne contro il patriarcato, le opportunità e i rischi connessi all’epoca dell’Intelligenza Artificiale che rappresentano, spiegano i promotori, «gli altri elementi che stanno drasticamente cambiando la vita di milioni di persone».

Alla giornata romana intervengono Simona Maggiorelli (direttrice di Left), Livio Pepino (ex magistrato, presidente di Volere la luna), Daniela Padoan (scrittrice, presidente di Libertà e Giustizia), Paolo Impagliazzo (segretario generale della Comunità di Sant’Egidio), Marica Di Pierri (Associazione A Sud), Emiliano Brancaccio (economista), Susanna Flori (Comitato nazionale ANPI), Gaetano Azzariti (costituzionalista, presidente di Salviamo la Costituzione), Giuseppe Bronzini (segretario generale del Movimento Europeo), Ilaria Masinara (Amnesty International Italia), Fabio Alberti (Un ponte per), Raffaella Bolini (vicepresidente nazionale Arci), Tomaso Montanari (rettore dell’Università per Stranieri di Siena), Teresa Forcades (monaca benedettina, teologa), Francesco Vignarca (coordinatore campagne di Rete Pace e Disarmo), Simona Regina (giornalista scientifica), Valentina Cuppi (sindaca di Marzabotto), Emiliano Manfredonia (presidente nazionale ACLI), Walter Massa (presidente nazionale ARCI), Sergio Bassoli (area internazionale CGIL), Alessandro Bertani (vicepresidente Emergency) e Gianfranco Pagliarulo (presidente nazionale ANPI).

 

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.