Nessun articolo nel carrello

#UnaCasaPerMesej: far nascere speranza da un atto stupido

#UnaCasaPerMesej: far nascere speranza da un atto stupido

La Federazione Italiana degli Organismi per le Persone Senza Dimora (fio.PSD) ha definito «stupido» il gesto del vicesindaco di Trieste Paolo Polidori che il 4 gennaio aveva buttato «con soddisfazione» le coperte di un senza dimora nel cassonetto (in quello sbagliato, peraltro, meritandosi 450€ di multa) pavoneggiandosi in seguito su Facebook. Sul social network, il vicesindaco leghista si definiva «normale cittadino che ha a cuore il decoro della città». «E adesso si scatenino i benpensanti, non me ne frega nulla», aveva poi concluso il suo post sulla «tolleranza zero» per una Trieste «pulita». Al di là dei prevedibili commenti di sostegno, lo sdegno nei confrotni del vicesindaco ha percorso lo stivale in lungo e largo e le sue parole hanno scatenando una gara di solidarietà per il senza dimora colpito. Di seguito il comunicato stampa odierno con la proposta della fio.PSD al sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza.


Con riferimento a quanto accaduto a Trieste negli scorsi giorni, a danno di una persona senza dimora, registriamo con interesse la posizione del Sindaco nei confronti dell’atto compiuto dal proprio vice. Data la ammirevole reazione della cittadinanza e visti i numerosi e analoghi episodi che oramai ogni giorno vediamo ripetersi in più parti d’Italia a danno sempre dei più deboli, riteniamo che proprio da Trieste si possa realizzare un atto concreto a supporto di chi vive in strada.

Anche a Trieste infatti stanno partendo i percorsi di Housing First (letteralmente Prima la Casa), ovvero interventi di presa in carico della persona senza dimora partendo dal riconoscimento del diritto alla residenza, alla casa, all’accompagnamento all’autonomia.

Grazie a questa opportunità chiediamo al Sindaco Roberto Dipiazza di proporre la persona che ha subìto il gesto del suo vice quale primo beneficiario del progetto Housing First promosso dal Comune, per dimostrare che la strada non è una scelta, che la casa è un diritto fondamentale necessario per il recupero di una vita dignitosa e che dalle parole è possibile passare ai fatti.

Ad oggi molti Comuni, grandi e piccoli, sono chiamati a sviluppare interventi di Housing First in favore delle persone senza dimora, grazie ad un programma comunitario nazionale partito nel 2016 e per il quale sono stati stanziati 90 milioni di euro (somma stanziamenti Avviso 4/2016 e Piano Nazionale di contrasto alla Povertà).

In questo momento complesso, di iniziale applicazione di nuove norme derivanti dalla Legge 1 dicembre 2018, n. 132, paradossalmente nota come Decreto Sicurezza, il rischio di aumento delle persone senza dimora è concreto e gli impatti nella vita delle città andranno misurati con molta attenzione.

fio.PSD è presente attraverso i propri associati e garantirà il monitoraggio del fenomeno al fine di sostenere azioni di contrasto all’aumento di persone ridotte in povertà estrema.

Per maggiori informazioni contattare Michele Ferraris, responsabile comunicazione fio.PSD: email: comunicazione@fiopsd.org – cell. 333/6294139

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Nel 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.