Nessun articolo nel carrello

La “Mare Jonio” salva 43 migranti alla deriva nel Mediterraneo

La “Mare Jonio” salva 43 migranti alla deriva nel Mediterraneo

ROMA-ADISTA. Questa mattina alle 6.20 la nave “Mare Jonio” della ong Mediterranea Saving Humans ha completato il soccorso in mare di 43 persone, tra cui due donne e diciassette minori non accompagnati. Le persone salvate, provenienti da diversi paesi africani e asiatici, si trovavano a bordo di un'imbarcazione di vetroresina alla deriva a circa 40 miglia a Nord di Zuara, in acque internazionali ma in zona SAR libica, quindi a rischio di intercettazione e cattura da parte delle milizie libiche. Il natante, che stava già imbarcando acqua ed era pertanto a serio rischio di affondamento, è stato individuato grazie al radar di bordo della Mare Jonio.

«Le 43 persone sono adesso al sicuro a bordo della nave di Mediterranea e risultano in discrete condizioni di salute, nonostante disidratazione, insolazioni, spasmi muscolari dovuti al lungo periodo di navigazione. Alcuni tra loro riportano anche ustioni da acqua salata e benzina – spiegano dalla “Mare Jonio” –. Tutte le operazioni di soccorso e accoglienza sono state condotte dal nostro personale indossando dispositivi di protezione antivirali, antibatteriologici e di biocontenimento nel rigoroso rispetto del Protocollo di sicurezza COVID-19 adottato a bordo. I naufraghi sono stati immediatamente sottoposti a triage da parte del nostro personale medico-sanitario. Le Autorità marittime italiane sono state tenute costantemente aggiornate durante e dopo le principali fasi del soccorso. Dopo aver testimoniato nell'ultima settimana, impotenti e da vicino, almeno tre casi di respingimento, operati dalla cosiddetta Guardia costiera libica, di persone in fuga verso l'inferno dei campi di prigionia, delle torture e degli abusi che là si praticano, Mediterranea è oggi felice di dare il benvenuto a bordo sane e salve a 43 persone che siamo riusciti a strappare alla morte in mare e alla ferocia della guerra».

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.