Nessun articolo nel carrello

"Pace senza confini": a Madrid incontro interreligioso in dialogo con la società

MADRID-ADISTA. 300 leader delle religioni mondiali in dialogo con le istituzioni e la cultura (saranno presenti politici, economisti, intellettuali, sociologi e rappresentanti di Ong e della società civile) animeranno a Madrid 15 al 17 settembre l’incontro internazionale "Pace senza confini" promosso dalla Comunità di Sant'Egidio nello «spirito di Assisi». L’obiettivo è dare risposte concrete di pace e di dialogo non solo di fronte alle guerre esistenti, ma anche rispetto a un clima di conflitto permanente che attraversa le società europee e si manifesta nelle più critiche forme, dalla violenza del linguaggio verbale al risorgere di fenomeni di razzismo e xenofobia.

Introdotti da Andrea Riccardi (Comunità di Sant’Egidio), Filippo Grandi (UNHCR) e Jeffrey D. Sachs, consigliere speciale del segretario generale delle Nazioni Unite, i lavori prevedono 27 tavole rotonde: varie sul tema dell'immigrazione, e poi su disarmo e la nonviolenza (con il patriarca caldeo, Luis Rafael Sako), su Europa ed ecologia (con il card. Peter Turkson, i ministri spagnoli, Josep Borrell, agli Esteri, e Teresa Ribera, all’Ecologia), sui conflitti violenti quali quelli in corso in Sud Sudan, nelle Filippine o in Medio Oriente, sui cristiani perseguitati e sulle difficoltà in America Latina; su “I bambini vogliono la pace”, su sviluppo e pace (fra gli altri vi parteciperà l’arcivescovo di Lima, il peruviano Carlos Castillo), sul Mediterraneo (con, fra gli altri, il presidente della Cei, card. Gualteiro Bassetti), sulle prospettive dell’ecumenismo (con i metropoliti ortodossi di Romania, Josif, e di Albania, Joan), ecc.

Un altro tavolo affronterà, con interventi del rabbino Abraham Skorka e dell'arcivescovo di Bologna, il neo-cardinale Matteo Zuppi, il razzismo emergente, mentre il neo-cardinale Miguel Ángel Ayuso analizzerà con altri leader religiosi il “Documento sulla Fratellanza umana” firmato da papa Francesco e l'imam di Al-Azhar, Al Tayyib.

Nel pomeriggio del 17, alle 17,30 i membri di ogni religione pregheranno - in luoghi separati – per la pace, e poi tutti andranno in processione alla cattedrale della Almudena, dove alle 20 avrà luogo la cerimonia finale. (Qui il programma completo).

*Foto di Gerd Altmann da Pixabay, immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.