Nessun articolo nel carrello

Evangelici e valdesi italiani premiati dall'Onu per i corridoi umanitari

Evangelici e valdesi italiani premiati dall'Onu per i corridoi umanitari

ROMA-ADISTA. Poco noto ai più, il premio Nansen per Rifugiati dell'Unhcr è stato istituito nel 1954 e viene conferito ogni anno ad una persona o un'organizzazione che si è dedicata ad assistere le persone costrette a fuggire dalle loro case. Quest’anno è stato assegnato alla Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (Fcei) e alla Tavola valdese per il loro impegno nei corridoi umanitari, progetto che dal 2015 ad oggi ha consentito l’arrivo in Italia in sicurezza e un percorso di accoglienza ed integrazione per circa duemila profughi siriani.

«Siamo orgogliosi e onorati di ricevere questo prestigioso premio – dichiarano Luca Maria Negro, presidente della Fcei e Alessandra Trotta, moderatora della Tavola valdese –. I corridoi umanitari sono un'esperienza e un progetto nel quale crediamo molto e che pensiamo possa essere di esempio, come buona pratica, per tutta Europa, come già in parte avviene. Vogliamo ringraziare tutte le persone che rendono possibile l'imponente lavoro che sta dietro alla complessa macchina dei corridoi umanitari e in particolare modo i nostri beneficiari, le persone che dal Libano arrivano in Italia attraverso questo canale legale e sicuro. Li vogliamo ringraziare per la fiducia che ci accordano e per l'umanità che ci ricordano e regalano. Vogliamo dedicare questo premio a chi invece non ha ancora avuto quest'opportunità, a tutte le persone rinchiuse nei lager libici, alle persone che purtroppo continuano a morire nel Mediterraneo. Speriamo di poter presto realizzare un grande corridoio umanitario europeo per portarle in salvo. Vorremmo evitare nuove stragi in mezzo al Mediterraneo. Ma nel frattempo, chi è costretto a prendere la via del mare, deve essere salvato e per questo sosteniamo convintamente il prezioso lavoro delle Ong che salvano vite. Chi salva una vita salva il mondo intero: il riconoscimento che ci viene consegnato oggi è per noi uno sprone a continuare a fare meglio quello che la nostra fede e la nostra etica ci impongono, essere il buon samaritano che si ferma a soccorrere».

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.