Nessun articolo nel carrello

Pax Christi, 20 novembre: “L’impegno per la pace con il popolo curdo”

Pax Christi, 20 novembre: “L’impegno per la pace con il popolo curdo”

«Conosco bene l’ingiustizia, perché è ancora troppo presente. Conosco molto bene cosa vuol dire sognare, perché non ho smesso mai di farlo», scrive Fuad Aziz, artista e scultore originario di Erbil nel Kurdistan iracheno, impegnato nella sensibilizzazione sui temi della pace, che parteciperà, il prossimo 20 novembre, all’incontro “L’impegno per la pace con il popolo curdo”. L’evento, che si terrà alle 20.30 presso la Casa per la Pace a Tavarnuzze (via Quintole per le Rose, 131, Impruneta-FI), è promosso movimento cattolico per la pace Pax Christi. Oltre all’artista curdo – che tratterà il tema “Il silenzio dell’occidente di fronte al genocidio curdo – prenderanno la parola don Renato Sacco (coordinatore nazionale di Pax Christi) e Valentina Barlacchi (psicologa, psicoterapeuta della Gestalt, formatrice in Italia e all’estero). Il primo denuncerà le complicità dei grandi produttori e commercianti di armi (Italia compresa) nell’alimentare i conflitti, anche in violazione della legge 185 del 1990 che proibisce la vendita di ordigni verso territori di conflitto o verso Paesi che non tutelano i diritti umani. La seconda relatrice, impegnata in progetti umanitari in Libano, Palestina, Gaza, Giordania, Kurdistan iracheno, Siria, Thailandia e Lampedusa, porterà la sua testimonianza da Aleppo, sul tema “guarire le ferite per agire la pace”. Modera l’incontro don Andrea Bigalli (parroco a Sant’Andrea in Percussina (Fi) e referente di “Libera” per la Toscana) e sarà presente, come rappresentante delle istituzioni locali, Laura Cioni (assessore al Welfare, alla Sanità e alle Pari opportunità del Comune di Impruneta).

La serata si aprirà verso le 19.30 con un aperitivo conviviale (si richiede un contributo di 5 euro). Per ulteriori informazioni e per comunicare la propria partecipazione: tel. 055/2020375; email: info@paxchristi.it.

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.