Nessun articolo nel carrello

Digiuno di giustizia in solidarietà con i migranti: a Montecitorio il 7 novembre

Digiuno di giustizia in solidarietà con i migranti: a Montecitorio il 7 novembre

ROMA-ADISTA. Puntuale, come da programma, l’appuntamento del primo mercoledì del mese per il presidio davanti a Montecitorio del “Digiuno di giustizia in solidarietà con i migranti” promosso da p. Alex Zanotelli, mons. Raffaele Nogaro, suor Rita Giaretta, p. Giorgio Ghezzi e don Alessandro Santoro: la prossima data è mercoledì 7 novembre, dalle ore 15, davanti alla Camera dei deputati (v. Adista Notizie nn. 27-28 e 35/18 e Adista News del 6, 10, 25 e 30 settembre).

Sarà la settimana in cui il Parlamento discuterà e approverà – nonostante qualche maldipancia di sparuti deputati e senatori pentastellati che però non metteranno a rischio la tenuta del governo – il cosiddetto decreto sicurezza di Salvini contro gli immigrati. E pochi giorni dopo, sabato 10 novembre, sempre a Roma, si terrà la manifestazione nazionale «Uniti e solidali contro il governo e il razzismo» convocata dall’associazionismo di base, anche cattolico (v. Adista News del 30 ottobre).

«Rilanciamo con forza il digiuno di giustizia in solidarietà con i migranti contro le politiche razziste e xenofobe nei confronti dei migranti da parte del governo Conte-Di Maio-Salvini», ha spiegato p. Zanotelli. «È una protesta – ha aggiunto il missionario comboniano – contro le politiche del nostro governo, politiche verso chi deve fuggire da situazioni insostenibili, Abbiamo assistito infatti in questi mesi all’intensificarsi della guerra contro le Ong (il Mediterraneo è stato quasi sgomberato dalla presenza di tutti i soccorritori e volontari ), alla chiusura dei porti, al “dono” delle 14 motovedette alla Guardia costiera libica, all’odioso episodio della nave “Diciotti” in violazione di leggi nazionali e internazionali, ai rimpatri accelerati di migranti ed ora al decreto-legge sull’immigrazione. Siamo davanti a un quadro devastante e desolante che fa del nostro Paese una nazione razzista. L’aggressività soprattutto verso lo straniero, il nero, il rom è ai massimi livelli soprattutto sui social e sui media. Queste politiche razziste e xenofobe disumanizzano i migranti , ma disumanizzano anche tutti noi. Per questo dobbiamo reagire uniti , credenti e laici, per salvare la nostra comune umanità».

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Nel 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.