Nessun articolo nel carrello

Cambiare si può! Il “Forum Disuguaglianze Diversità” presenta 16 proposte per la giustizia sociale

Cambiare si può! Il “Forum Disuguaglianze Diversità” presenta 16 proposte per la giustizia sociale

Tutti, a parole, discutono di disuguaglianze e ingiustizia sociale, «anche quelli che hanno concorso in questi ultimi trent’anni a produrle». Ma «non tutti vogliono ridurle davvero». E infatti «le disuguaglianze sono tornate a crescere, prima di tutto quelle di ricchezza. E la percezione di abbandono, disattenzione o impotenza da parte delle classi dirigenti ha prodotto paura, risentimento, rabbia».

Lo afferma il “Forum Disuguaglianze Diversità”, iniziativa lanciata a febbraio di un anno fa dalla Fondazione Lelio e Lisli Basso per sensibilizzare sul danno sociale, culturale ed economico arrecato dalle disuguaglianze diffuse nel Paese.

Oggi il Forum – promosso anche da ActionAid, Caritas Italiana, Cittadinanzattiva, Dedalus Cooperativa sociale, Fondazione di Comunità di Messina, Legambiente e Uisp – invita a partecipare, il prossimo 25 marzo presso il Teatro de' Servi di Roma, alla presentazione delle 16 proposte per la giustizia sociale e per la riduzione delle disuguaglianze attraverso un intervento «su tre meccanismi di formazione della ricchezza: il cambiamento tecnologico, il potere negoziale del lavoro, il passaggio generazionale».

L'ineluttabilità della disuguaglianza è una «menzogna» costruita ad arte nell'ultimo trentennio, si legge nell'invito all'evento: «L’idea che la tua povertà o vulnerabilità, il degrado del tuo territorio, il peggioramento dei servizi essenziali per te e la tua comunità, il mancato riconoscimento della tua persona siano “inevitabili” ti toglie la forza per poterti emancipare e ti lascia aperta solo la strada della rabbia verso gli altri, magari ancora più deboli di te».


Ulteriori informazioni sul sito del Forum. Registrazione obbligatoria inviando una email a info@forumdd.org. Ingresso consentito fino a esaurimento posti.

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.