Nessun articolo nel carrello

Bolivia. Morales chiede aiuto a papa Francesco: vigili sul processo elettorale in corso

Bolivia. Morales chiede aiuto a papa Francesco: vigili sul processo elettorale in corso

BUENOS-AIRES-ADISTA. L’ex presidente boliviano Evo Morales ha chiesto a papa Francesco di inviare una sua delegazione di osservatori affinché, insieme ad altri «organismi e istituzioni» (anche europei), controlli il corretto svolgimento di tutto il processo elettorale delle presidenziali di prossima celebrazione. Sarà la rappresentante permanente della Bolivia presso l’ONU, Sacha Llorenti, ha informato, che «gestirà questa richiesta al papa». «È un'iniziativa quasi personale», presa consultandosi con «Álvaro García (ex presidente boliviano) e altri fratelli», ha precisato parlando con l’emittente radiofonica argentina El Destape (18 dicembre). «Ho molto rispetto, molta ammirazione per lui. Per me il fratello papa Francesco continua ad essere il papa dei poveri».

Morales si trova in Argentina dal 12 dicembre, Paese cui ha chiesto rifugio. Proveniva dal Messico dove ha trascorso un mese, accolto dopo aver lasciato il suo Paese e l’incarico di presidente perché costretto dai militari. Che Morales accusa di golpe. E non solo: ha detto che è stato oggetto di un attentato - ancora presidente, era il 4 novembre, è stato “deposto” l’11 - quando si stava trasferendo da Colquiri a Oruro in elicottero. L’elicottero ebbe un guasto meccanico e cadde da una quindicina di metri di altezza. Morales, che rimase illeso, alla radio argentina ha dichiarato: «Ora mi informano che fu pianificato. Fu un attentato».

Morales è stato nominato capo della campagna elettorale del suo partito, il Movimento al Socialismo (Mas), dove si sta procedendo con le primarie per stabilire chi concorrerà alla presidenza del Paese. Evo non sarà candidato, anzi, secondo quanto detto dalla presidente del governo Jeanine Áñez, non potrà partecipare neanche ai comizi. Motivo, questo, per cui Morales chiede che gli osservatori veglino sulla capmagno elettorale prima ancora che sullo svolimento del voto. Le elezioni, a quanto è stato detto, dovrebbero svolgeresi a metà marzo.

*Evo Morales. Foto di Sebastian Baryli, tratta da Flickr, immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.