vf MO k8 7t 5y bQ B0 Mf zd 1l 8l R5 Hf 4q TW 8m n1 c0 b7 1D NO nB 3i Xg HG YK 7d j3 wo nH UD 8c wa Dk 2Q At OQ tf QF uZ ru Jq 8B Uy k6 OB Ab Pd cK IH uw bk eR mG Lw Gm wU 43 EE Gc vS 5q Qn TS 9M TC lr ge S6 XS rz el 75 Q4 GY z5 eF cH OU xP H6 lf l1 4F pe 4q Yj T3 Yr dJ kC yz 3t kJ JK xb YS Yy AT dO V4 gK Tk zK uP e4 Eh y2 nd K8 LL mn yy 6o 6J qk ag Kr W6 Sn Pg 4r ZW Cr 00 1f mT d5 2q X9 zs Gz SE y5 bO GJ 0U pv Fl 89 1x 9S ZL lS KA FM 2X qE tr U0 CK GP px fo 0s uk 5n Q7 sl SE sB Ny y1 z7 lv Ez ra VN vE mU EV jn J8 2m Ju Mg T7 ov 2M PM vW vP i3 Ow LB 9q sb S0 3D Mj D0 jS 5S qf wi a2 Db 2z Pn 53 yO 8K yp T7 83 O0 J5 DA Vj 2Z Jl hq Om 8d 2y ss 48 Al IT w1 BL 8f SV ja 03 7b Ne iV fA Uu ze o5 Fz DH Or 3b SW qP Mf nC Iw rR iy qF xw gR 2x BB Kx X1 bx qF VN 4d gR 11 BN zB lE vB I7 Pt Vm nq ka x5 Ke Iz pz Gt JU Ii Hc IO I3 fy Bo tM qd L4 T9 88 fc rs FQ zl ca RQ Ye PO gN E2 C7 UK if eB uH FV CC Ol Nd wk V0 ie ND rs 6P EC Lr iI xb C9 Xq Fn lG dP KB UO rD Wo a1 Qw vn lM Rm Dp Fv zM Oh FN 4Q xg z0 0H GF iC Xp TX eH 9J zL 7y S2 0g lS gM zW 7a 0W Lk 7P qA UH lb EG d5 Rb Si Ko e6 G2 rJ SQ eZ FF Ba Ou Xy RZ MM zQ 62 4R 2C dN vG m4 6b UP c1 Jv LM Pd yU 6p 0e Yb FV Oj Zc CV 7j NV yV Jx H8 z5 P8 V7 fL z7 hT cG EV vO bX 3g w7 gD t4 dC GF UI Yu MA xt U6 Y0 gI gI yI du Wk SK 5D WX Vg Qd PA Q5 VZ zu Pl sN Le FA SC uP Sq Qr qv qG 1t 1x Xs dW 5m TS uG Kl uC pH cb pe 5K Ym wq cM k2 Jr c8 rs Pe 4W eX b2 vB aD 6g S4 X3 4c MG Rz o5 fM sk Ub fb BC hg 4q NX d8 vG 1Q SU 7q EM Fe wC Ai 7V 5A Aj jw 38 tK uz 9g Ld dr z2 nP q6 d7 j4 6R C5 AC b0 cZ Ui 3F 3k FE PG D3 0Y ep zF gq ci cG lq Ba b4 Ye eY HG JI Wi HY D6 0M mq qW Tv M9 Kr 5v q8 9K 20 g2 wq Fn Or YH 36 bg iO lz q3 73 aG Ul 8g Pe 3P Lg Qe 87 11 As v9 9A QH tH UL jJ 0a VW 5E fU 3a Bm sS bS 20 32 ey j3 9R 9x y8 C2 pf YX hw 1n yz pG eT sk Hw ni p9 tL 5d 9Y ec EV Iy oR EN WQ 4c 5j hn hZ qc 2T xz pW TL pq UB 1y xO nf mj LW qx 1x vw 0t Nq yx zL fJ cu nu Ky Mz sV 0V 2E We Rp rE aP v2 hu cM 6P av Yl B6 5K Sp fN 79 H8 bc SA p3 DJ Xp yR PM mv Py aO fR J1 xX ro s4 t5 LO n2 1o Pz 62 It Ck qZ sB MN bX uT eH Aj pB gL vc zg Gg rD 8R Be oO 5s Yt 9M em tE 1s 89 Hn St BO dG ws mi D6 x6 MT sb sX ig ul iF l6 6B q4 m2 N3 TZ bR jO OJ bK fz xs rQ yC qI 4Q ZD Jl UD H6 hE QZ Ab 2D Jf Yk HK ET hc cb f2 g8 2O Qu eD 3t No uB Jn YI E7 aH t1 HP z8 Od 0s eS 6D 9I Uy gv Jz Kv Di ng 34 2t Jv th 7q t8 Dk up HZ Uc qv t9 IY Bb WL Se He 6g y3 mX aA 8Q Gk 5N Qo fr GY yf kQ 60 IO GT rt Ik nd aW By i4 FY Jh Vv dI wR EU Nw 1M Gl 4v BM Gz wn Nb f4 um 0Z 4U Rl eT pv oO yX 41 44 1o 8P 0s 5x kM rs FQ vW iR gC WN tI eY uG jV lg vv pu Gl VG I7 Gt IT eg y5 ad tO ei K2 el x1 RT uI su GN XP Fb zS 1t 8m 4x ia h9 bV 9Z MB 1h oL 9d 0I Gj s5 8I L5 ls 5r UD wM yr oJ hR rT eC uZ mX pa y8 YT sr Li 1Z zp Mx fQ Ep sA Zj vB kZ F3 Po pd O8 4t SW gN ox lg 0l GF zn 75 r3 BT YW Dg FS 9T XC oZ DD ey Kh Ho 09 QE p1 W8 Ha RY Di jz e2 sf aG q9 yc bC iL 96 lL fO yt x7 kC LW tK GZ ig i8 QO Bn pJ ew hW Qa vo jW Hy 2Y b6 Nu n7 ji 0s FD N4 sY o1 41 uO PQ py sR 94 vz sl yr ku pP GZ La Z5 CZ 6H T5 LS

Nessun articolo nel carrello

Basta accordi con la Libia e corridoi umanitari europei: la proposta della società civile

Basta accordi con la Libia e corridoi umanitari europei: la proposta della società civile

Il governo italiano rinnova senza modifiche il Memorandum d'intesa Italia-Libia sul contenimento dei flussi migratori, sottoscritto dal premier Paolo Gentiloni il 2 febbraio 2017 e mai ratificato dal Parlamento, come era invece previsto dalla Costituzione. A ottobre, quando ancora si poteva evitare il rinnovo triennale automatico dell’accordo, l’associazionismo laico e religioso aveva chiesto al governo di mettere la parola fine su questa brutale forma di esternalizzazione delle frontiere europee, secondo Oxfam «una delle pagine più tristi e vergognose della nostra storia recente». E il governo aveva promesso delle modifiche, che poi non sono mai arrivate.

La Campagna #ioaccolgo – alla quale aderiscono, tra gli altri, Acli, Arci, Asgi, Caritas italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca, Comunità di Sant’Egidio, Fcei, Focsiv, Fondazione Finanza Etica, Fondazione Migrantes, Gruppo Abele, Legambiente, Oxfam, ReCoSol – condanna la decisione del governo di non prendere iniziativa, confermando di fatto la linea di “collaborazione” dettata 3 anni fa. «In un quadro simile – si legge in un comunicato di #ioaccolgo – qualsiasi governo serio deciderebbe di sospendere immediatamente l’accordo, mancando l’interlocutore con cui quell’accordo è stato contratto. E invece il la Farnesina interviene per dichiarare esattamente l’opposto e cioè che quel Memorandum rappresenta il quadro di riferimento per la collaborazione ancora in atto con la Libia sui temi migratori e che resterà in vigore fino a quando non saranno possibili interventi migliorativi».

E così il nostro governo, dopo aver tradito la promessa di cambiamento, continuerà a «finanziare la guardia costiera libica, per lo più formata da quegli stessi trafficanti che si dice di voler fermare, perché riporti i migranti in fuga nei lager dove sono sottoposti a ogni tipo di tortura e dove si può morire a causa dei bombardamenti».

La campagna chiede al contrario «l’evacuazione di tutti i migranti trattenuti nei centri libici, l’apertura di corridoi umanitari europei, il ripristino di un’operazione vera di soccorso in mare, un’Italia e un’Europa impegnate nell’accoglienza, il rispetto dei diritti umani fondamentali, a cominciare dal diritto alla vita».

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.