Nessun articolo nel carrello

Nuovo governo in Iraq. Il patriarca Sako: il primo ministro è un «uomo onesto»

Nuovo governo in Iraq. Il patriarca Sako: il primo ministro è un «uomo onesto»

Dopo 6 mesi di crisi, dal 6 maggio l’Iraq ha un nuovo governo. L’incarico di primo ministro è andato a Mustafa al-Kadhimi, giornalista 53enne, già capo dei servizi segreti iracheni, che ha avuto la fiducia del Parlamento insieme ai 15 ministri proposti per il gabinetto. I precedenti tentativi – a febbraio era stato incaricato Muhammad Allawi e a marzo Adnan Zurfi – non avevano prodotto alcun risultato per mancanza di una maggioranza parlamentare. S è concluso dunque un semestre particolarmente critico (aggravato dal diffondersi del Coronavirus che ha causato 102 vittime e quasi 3mila i contagi), iniziato lo scorso novembre con le dimissioni del rimo ministro Abdul Mahdi .

Il card. Louis Raphaël I Sako, patriarca di Babilonia dei Caldei è soddisfatto: «Siamo davanti all’inizio di una nuova fase per il Paese» e la formazione di questo nuovo Governo «è una speranza per tutti noi», ha dichiarato a VaticanNews (7 maggio). Di al-Kadhimi ha un’ottima opinione: «un uomo onesto, non legato a nessun partito politico» e con il quale c’è sempre stato un buon dialogo.

È vero che al momento nessun cristiano fa della squadra del neonato governo, ma ciò malgrado i cristiani sono apprezzati e il loro ruolo nel Paese resta importante e prezioso. «Molti cittadini iracheni vengono da noi a parlare, ci chiedono una visione ed apprezzano le nostre posizioni», afferma il patriarca, «l’unità del Paese, la solidarietà nazionale sono preziose e spetta anche ai laici cristiani costruirle». «La corruzione – aggiunge Sako – è presente anche nella nostra comunità, dobbiamo dirlo. Ma il nostro compito non deve mai venire meno».

*Foto della Chiesa Cattedrale caldea di Mary Mother of Sorrows nel mercato di Shorja, Baghdad, tratta da Wikimedia Commons, immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.