Nessun articolo nel carrello

I vescovi Usa pregano per le vittime di Nagasaki e per il disarmo nucleare

I vescovi Usa pregano per le vittime di Nagasaki e per il disarmo nucleare

WASHINGTON-ADISTA. Si svolgerà domani 9 agosto, 75mo anniversario della bomba atomica sganciata dagli Usa sulla città giapponese di Nagasaki, la Giornata nazionale di preghiera, studio e azione per il disarmo nucleare, indetta dalla Commissione per la giustizia e la pace della Conferenza episcopale Usa in concomitanza con i tradizionali dieci giorni di preghiera per la pace che la Chiesa giapponese celebra ogni anno dal 6 al 15 agosto e che sono cominciati il 6 agosto a Hiroshima, davanti al cenotafio che commemora le vittime della prima bomba atomica Usa sul Giappone (Hiroshima, 6 agosto 1945)

«Io e miei fratelli vescovi piangiamo con il popolo giapponese per le vite innocenti che sono state eliminate in quei giorni e per le generazioni successive che hanno continuato a subire le conseguenze sulla propria salute e sull’ambiente di quei tragici attacchi», dichiara mons. José Gomez, arcivescovo di Los Angeles e presidente della Conferenza episcopale statunitense. «In questa ricorrenza – prosegue il presidente dei vescovi Usa – ci uniamo alla voce di papa Francesco e al suo appello ai leader mondiali perché si perseveri negli sforzi per abolire queste armi di distruzione di massa, che minacciano l’esistenza della razza umana sul pianeta». «L’uso dell’energia nucleare per fini di guerra è oggi più che mai un crimine, non solo contro l’uomo e la sua dignità, ma contro ogni possibilità di futuro nella nostra casa comune», disse infatti nello scorso novembre, in occasione della sua visita a Hiroshima, condannando anche  il solo «possesso» delle armi atomiche. Un appello rilanciato oggi dai vescovi degli Stati Uniti – prima potenza atomica mondiale – che, «ricordando la violenza e l’ingiustizia del passato», invitano i governanti a «cercare sempre la via della pace» e a «trovare alternative alla guerra come strumento per affrontare le differenze e risolvere i conflitti fra i popoli».

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.