Nessun articolo nel carrello

In mostra le Bibbie dei valdesi

In mostra le Bibbie dei valdesi

TORRE PELLICE (TO)-ADISTA. Prorogata al 30 novembre la mostra “Le Bibbie dei valdesi“, edizioni dal XV al XIX secolo, dato il successo di visite.

Il 29 ottobre, fra l’altro, è prevista una speciale visita guidata gratuita, in occasione della consueta Festa della Riforma. Quest’ultima viene celebrata ogni anno a ridosso dell’anniversario della Riforma. Il 31 ottobre 1517, infatti, Martin Lutero rese pubbliche le sue 95 tesi contro le indulgenze, dando vita a un movimento che dura ancora oggi.

La mostra su “Le Bibbie dei valdesi”, allestita dalla Fondazione Centro culturale valdese di Torre Pellice, espone una ricca selezione dalla sua biblioteca. L’esemplare più antico risale al 1478. Si tratta di un progetto ambizioso, durato tre anni, che coincide con i cento anni della Facoltà valdese di Teologia a Roma, anch’essa parte del progetto.

Sono in mostra 112 Bibbie, che descrivono precise e originali esperienze. Come ha detto il bibliotecario della Fondazione Marco Fratini, infatti, «sono uno specchio del ‘patrimonio librario’ delle famiglie valdesi».

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha assegnato all’iniziativa la medaglia quale “premio di rappresentanza”, per il valore della mostra.

Dall’evoluzione della stampa, alle traduzioni, alla diffusione, la mostra propone un viaggio che approda anche alle bibbie francesi gianseniste (corrente religiosa sviluppatasi nel Seicento all’interno del cattolicesimo), fino alla traduzione italiana dell’Arcivescovo di Firenze mons. Antonio Martini (1720-1809). La sua traduzione fu la più diffusa fino al XX secolo nella Chiesa cattolica, nonché la prima in italiano dai tempi del Concilio di Trento. Stampata anche dall’editrice protestante Claudiana, fu utilizzata in alcune scuole, come mostra uno degli esemplari esposti di inizio Ottocento, proveniente da Massello

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.