Nessun articolo nel carrello

Nicaragua: elezioni anticipate? No, grazie. La risposta di Daniel Ortega

Nicaragua: elezioni anticipate? No, grazie. La risposta di Daniel Ortega

MANAGUA-ADISTA. Daniel Ortega ha detto no alle elezioni anticipate: «ci sarà tempo per fare elezioni come dice la legge», ovvero secondo «le regole stabilite dalla Costituzione della Repubblica», e «non sono regole che si possono cambiare dalla mattina alla sera perché lo desidera un gruppo di golpisti». Il presidente del Nicaragua ha così messo una pesante ipoteca sul dialogo nazionale con le parti sociali - i “golpisti” - che era stato avviato con la mediazione della Chiesa cattolica per pacificare il Paese nel contesto dei gravi disordini che a partire dal 18 aprile scorso sono costati la vita a 310 persone. Gli ultimi 14 morti, fra cui un agente, sono di ieri, domenica 8, nelle città di Diriamba e Jinotepe negli scontri fra forze dell’ordine e manifestanti. Il rifiuto di Ortega di indire elezioni anticipate - punto centrale delle richieste degli oppositori di cui la Chiesa s'è fatta portavoce (v. Adista Notizie n. 26/18) - è all'origine della manifestazionie che a Diriamba è stata repressa nel sangue.

Ieri, durante l’omelia nella cattedrale di Managua, il cardinale arcivescovo, Leopoldo Brenes, ha indicato Ortega, la moglie, Rosario Murillo (vicepresidente) e il capo della polizia Francisco Díaz come responsabili delle violenza che si sta verificando nel Paese. Si è rivolto a loro dicendo: «Al presidente Daniel, a doña Rosario, al commissario generale Díaz, per favore, in nome di questo popolo cattolico, presente in questa cattedrale, fermate questa situazione che porta sempre più dolore e tristezza: che si voglia o no, ricade sugli uomini, sulle famiglie e su tutto il triste Nicaragua».

*Foto di Caiperuivan tratta da Wikpedia Commons  immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Nel 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.