Nessun articolo nel carrello

Gli auguri di Francesco per gli 80 anni di Leonardo Boff

Gli auguri di Francesco per gli 80 anni di Leonardo Boff

«Caro fratello, grazie per la tua lettera inviata tramite il p. Fabiàn. Mi ha fatto piacere riceverla e ti ringrazio della generosità dei tuoi commenti. Ricordo il nostro primo incontro, a San Miguel, nella riunione della CLAR, negli anni 72-75. E poi ti ho seguito leggendo alcune delle tue opere. In questi giorni compi 80 anni. Ti faccio arrivare i miei migliori auguri. E, per favore, non dimenticarti di pregare per me. Io lo faccio per te e per la tua signora. Che Gesù ti benedica e la Vergine Santa ti protegga. Fraternamente, Francesco».

È breve ma affettuosa la lettera che papa Francesco ha fatto pervenire al teologo della Liberazione Leonardo Boff, punito da Ratzinger e Wojtyla per la sua ricerca teologica, che ha compiuto 80 anni lo scorso 14 dicembre. Boff gli aveva scritto qualche tempo prima per mostrargli il proprio supporto. Come si ricorderà, Boff abbandonò l'Ordine francescano e il ministero sacerdotale nel 1992 per le pressioni vaticane, che gli lasciavano come unica possibilità quella di ritirarsi in qualche remota comunità francescana, per 5 anni;  in questo periodo, nessun insegnamento e nessun libro. Silenzio totale. Boff preferì lasciare per essere libero: «Ci sono dei momenti nella vita - aveva scritto all'indomani dell'annuncio - in cui una persona, per essere fedele a se stessa, deve cambiare. Ho cambiato. Non di battaglia ma di trincea. Lascio il ministero presbiterale ma non la Chiesa. Mi allontano dall'Ordine Francescano ma non dal sogno tenero e fraterno di S. Francesco di Assisi. Continuo e sarò sempre teologo, di matrice cattolica e ecumenica, a partire dai poveri, contro la loro povertà e a favore della loro liberazione». Il gesto di Francesco può essere inteso come una sorta di "riabilitazione" del teologo?

* Foto di Valter Campanato (Agência Brasil) tratta da Wikimedia Commons, immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

Nel 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.