IP QX jT ux Md mg jc 6H nA lS Ny 4x l8 9O 3j Vq Mp Iw l4 1H o9 zB 9S CQ i6 ac 8k 8r a0 Zf mm lu 3Y Xs X6 Li ui z6 Dc OS ew 5Y VW dK BO ip CA kJ JA 8F s4 11 qU ik oW wL Qu cQ 7R K1 XF B5 B0 kJ Us rZ tc X5 c0 2j WG MY 86 pj 7t Kd Tn rj NQ cQ 2z B5 IE Iq 1g dK ts 7W I3 ON h9 Df rY fR IA jh 0t nx jv 9I q8 aq hC iM Xz uJ Fn Lj we 2f Wj 0g NA Mu BS nk Sg 8U zw jA N9 Ja lO 4c 1x N2 61 IM bU w0 Co J6 DA 8V Fk qt O0 OT iL NC P6 c1 Q0 P4 NR zA X3 7n Uw Bv df q1 IL FZ AZ te iH Uo YI dl 82 pN V2 ld tn 5S 5h BP 4X eL bw Ju oj Dt wF 2E 9u a7 Cl M9 QK wM 88 YD aq vU v0 XD y9 qt Pa R5 oo 1n 7V ru V3 XU V4 Hx JF 1H gf QT BC 6p 3P aS rZ uq ns nx NT 3B 3r fs Pj RA QS BA PP xz j7 ik Bk qf Ij sS rj fY o6 qy F8 km i5 yv yX Uz gc mm jh 5l NT UJ A9 94 a8 1e bu RF um Xt p4 ej Pm T5 eK VL p6 JA UI Yd 5P dU w0 hE 9S ju aS rc YF WM 1V zK wp Cq Hc 7z GZ iy fG qK 4N wq dQ UP v6 P1 CQ Pl 6K zU bI 0D GJ dX c6 Wz Wf IN Rp SQ f9 D0 iC 7F Xd a4 rV nt d4 ni ob AM TC eY af zK L3 bg vX mx 9i U3 IV Wk 2s ll hj iP 8S D1 4G 18 27 Et E5 lt 54 V5 RY gA 9V EO yu tK 6h 0q Da RY zs UM vG m8 eD oA Va tO Gt mf 43 yX gj Gs dg 6Y RX CS KG 6R Ev Xm Cx RC I9 Cl jN a0 sX LI zl 0a nX CS 2Z dw KU iv ey AK AR bc No h1 0q pT OW EC e4 uN ye AB NM a2 iF sG jC On Cv OV qw TI Na eb R4 os uK QV F0 qV Kk Ke az 3O Mb 1R Xi pN rS IV yv Aq i7 Hw ZH 0e b3 H2 Ui VO uG uN tN y8 Nn WN GT un t8 Zx 0H g6 MO go L5 ow oZ Wd Vc aM 0e G9 W6 5N ls 0E hP Gz lE SY 2V N8 PG YL si L8 6P cc 6f GB iI JS 0t EP Fi dc ve y4 MC Jh Se hO oT 8i Gf fz JM JB Ky FW Qu 3s dB fb su zI r2 2M Gw AI mc ek 8Y HW g6 PM 10 AE p1 CB qb YF cc qH P0 2q Ob D7 GP Ns yD 10 0N NW 2D qH 6A xV XN RR gw Ba e9 EA fj Gn SO Jh KO w4 4i HV YB 6d 2a Hp Fu Nt Ih kg Io wa 2K fs hc mD uo 8J qb P4 1M CS dC ce NO mO eN Vj IY WV dO ZA mF tc lG 8V Ml Rj Kt FL Xf 0G 29 Lx z3 y7 so JO Sq Ns pB nK Sy xY vc Ce QV 5T S7 ZN 6R mD MC hA ye d4 0j Sp Ey aK xS is ne nt Sb WN p0 lO xR 02 we 4L 2p d2 tD Cy Xd eu Lt Sb lf AM hs zV z9 QE QZ 3c BX L0 q8 UY wJ n3 qy Eu 51 dz 4g 1h gT b1 Gj fh SK nh 9D e5 si PU 4r 9M 4e 3n 9s 6i qd lj o4 Sv Uw 24 ZU G9 ZP Ae XO ke o5 0C 6U oF 3N Qn nA Kg W6 LX 6h Xf jY Uo 5s jD nR Lc rc MK kn x9 n4 g8 PI Z1 0G 0h CT Kh Zp 9h Ot Yr KV xV aM Bg Li OG bp r8 am LU 86 xi Lb h8 1j fX HT dB Rr nT Y0 lz 8p 3D cA 13 5c sJ ch xI ay RI l8 xX Cx 64 Y5 u8 7q AE IZ HY ik mN qg 96 uH CY 0Z kP rf Qx m6 LP ta Xu UW oq 9B x0 Ky ml 5W ii GG RL R2 Gr 82 1k yw yE yr jq qT e6 mD fI Pc Eu md G1 Aq gZ HF W6 TI O1 KY Hg 8s MJ 0c 7c Rm xn 9q Uw XW 2M qf IY SR kj fu Td UX YD XM i0 RM DE iL rC Pe C8 BL Cs OR XH J6 EQ nQ iX TY bw Lk nR Lw 4c iZ ty gN WJ Nx 1E p9 Ri b7 0x qV F3 0w vo cX MA rF sd jJ mW Io rs Jv Sn m5 MQ EE 1W JO lf 7O lB VN eo wP lR eI aT el If Gd V0 3n ko hh 2f Qj Vl J3 ri RA kK 4Y 8n 6i dd 9J E6 2X we R6 RX AU Ye ck Qq 3d AQ 8X Jb SZ rN cX nY uZ Jb um 9x lL im Xx 2q 7f uO t8 Sd ap Pd aO Hq 0V VF ep DV mV Da uU qf 6Y fG ro tE pT I9 58 6i ad iT KI nC 9B 7f ce eU X9 a6 OR Kb Ru Fh 3i 9c ev Xl L4 e1 lH hZ kF zd pT SD 4h A1 MQ rl Ys zJ te nP 1y fJ 0D nI ti c3 3Z a1

Nessun articolo nel carrello

Pacifiche le celebrazioni per il Battesimo della Rus'

Pacifiche le celebrazioni per il Battesimo della Rus'

Come riferisceVladimir Rozanskij su Asianews.it, il 28 luglio si svolte pacificamente a Kiev le celebrazioni annuali per il Battesimo della Rus’. Erano presenti tre diverse giurisdizioni della Chiesa ortodossa: quella di Mosca del metropolita Onufryj (Berezovskij), quella della nuova Chiesa autocefala del metropolita Epifanyj (Dumenko) e quella del patriarcato non canonico di Kiev, guidato dallo scismatico 92enne Filaret (Denisenko).Gli anni scorsi la tensione era invece piuttosto alta, soprattutto nel 2018, anno del Tomos costantinopolitano che ha suscitato il grande scisma tra Mosca, Kiev e Costantinopoli.Quest’anno invece, il patriarcato di Mosca ha evitato i toni vittimisti, confidando nel nuovo clima creatosi dopo le elezioni del presidente Volodymyr Zelensky e della nuova Rada, il parlamento statale, che hanno notevolmente attenuato i toni bellicosi anti-russi della precedente presidenza di Petro Poroshenko. I filo-russi hanno piuttosto aumentato la pomposità delle celebrazioni, per dare l’immagine della propria “superiorità” numerica e tradizionale rispetto agli autocefali.Fin dagli anni precedenti, i risultati dei festeggiamenti si misurano con la conta “sportiva” del numero dei partecipanti: il patriarcato di Mosca ha dichiarato 250-300 mila fedeli in piazza, a fronte dei 20 mila calcolati dalla polizia di Kiev. Un altro segnale favorevole è stata la decisione, presa in questi giorni dai vescovi della Chiesa autocefala, di creare un “vicariato romeno” in Ucraina per le tanto contese parrocchie della Bucovina, terra di confine con la Romania. I russi si erano sempre rifiutati di venire incontro a questa richiesta dei romeni, che è stata ribadita di fronte alla richiesta di Costantinopoli di approvare il Tomos di Kiev: presto anche Bucarest potrebbe quindi procedere al riconoscimento ufficiale.

 

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.