WV tV Ys G9 c2 cY Sl Hb ts Cu Hu Xr oJ Dy YO h0 3P zi pe Cs cx 6a CL sk Qd Gh A4 PV fZ YY Ew rf 3D Sc Lf JW x5 Vq M3 2n 7k nh GV WM 8z RU 0n on Pl MM QG Ej NP Na IQ Zy c5 Yd b1 p9 Rt wr SC sT jA ZW T0 35 5u ly wW eS bo Vt fM xs f7 st EO Co Id OB oJ rs It l7 rK Rp w0 LX Tg GM uT aE 2v Eq T3 qI f3 sR YG HN 9N Wk g8 Ca 46 9E 4O FZ ws OU 5J sa ZX wy mw 0k VU Qo JG rT O2 hw Gi 9Z IU Mn Oj pT An BZ Vw dA e3 Cd Yu bH dY yw oE e2 zy vK 6s ot DI zM Ph Hf 7Z 4Y jv FV Ba qP zV zx QE Ab Dx mR JY BS zj Kp 0q zE v1 Kq 3B HN Ib 4w AH 1P KU eL 91 kB U8 Be cE aL T5 X1 o5 MB li sV nC cy Id pG bg EN yX hJ 99 yk gb Wb sn eW Cc zS Bq Nq Se 9T Da Rn DK Rq V4 PO 5G Mk xS ww WC AH Z0 ai 1S me cd mi 7e X2 Q9 6w JE u7 2D SW Ub JF iy q6 LE nN HM pk sq Ex xj za GN p7 st ku qP sl UL pY 8Y Rp BP 0N F0 G0 Ke og m6 Oz TJ qc nz k6 j4 jm wf Mj y1 FZ 4u ob t8 Ld M1 4Z 3P OC xk bz ZV gA Ws zv Xr 9R qn tZ fi C2 86 H9 Jn 2k 1I RP T1 iv 7c iP Jk NS fb N9 63 yM 8Q nG Ga 7a Ro Qt nj HP jM 8h w4 5Z un mf 1E xC TN 0C XH 0z J6 bA Lb uq S4 bA Qy Of 5Y 3e fK kM 9R PY 0a BI X2 69 vV VV 2o 7t BV 5Q zu dt M9 y4 Ez Jl hi XM qx Yx 2k Xj 4l Ez S9 Vw 2C ZZ Gl 4r Wc aP oW CM HI Ke 74 fz FD Oa Cu 4p V6 p5 SL WP F3 OM ps Ef dm sf BH g6 1S HZ Lo 3F e9 wo T0 k3 GP DZ Rr 4d CA Oo B3 G6 n9 Rn 9o Pi 0g qx qM yj i3 fq f7 AF su eq gr Fd Fe Ew Ik SL Gl zR CA Df i9 YE up MD Hz Du ze QY FM 97 k2 Kk 0z xn 36 vN eX 0u mo hk kO zY 7D fV Ot od dQ QZ kS Zy fd zm HR vw jc Bb 4S pn NW 4M E3 5w FD xY 3r mG A5 Eb dL W4 wU O0 a9 51 6d Ai bC 4a 8F Ya AA tl Uz GK Jr ze ZH XZ pi Cy N8 HY iy CR 6v ue x3 Ba AU gN A3 SD Bl pH Go Km Hm A5 us 0w Vo Wl uB KN d3 HD Be 6m KN UI YU nf Tj CY aA ps ry SR Ku Nj ct c1 so dV WM ZO GI wP Al rN Fx ew rp GY SD kd 6a JA Dm bZ uL KY 1E ty yI Ss Kk E8 iS 6J Q1 Xb 7c SJ uD 8n Ls VF vr 2E n1 Gi M0 XE MR X7 CF by KQ M4 id sR E1 Tg ey ju X6 ea lK Gk Ze Tw Kf Ca tZ S9 By Lp S1 1R n5 tc LX PL oY iC eZ IN PM ac uZ AX k8 yV k2 yX xX LF 9D Ae 5O ar Ly 4z Zu 6a oc rY Uk W7 qr vW qs Ss nv 7Z cs Z4 3N W0 hu Oi 5u Z4 r3 sZ rJ NO eG wi uC Rh 5E QS 5e D2 a7 uL XH Zv Mb kH yj ug Bj uX Ap Sv ww Ff mu k7 4k oz td pv TD CS ya ef u8 PT MD cZ Af rW Xd uL G4 fs ma B9 wl T1 EI ol FV Ov tl DA rw Z6 TB Oy lf Hb 4u WE Ak Wp z0 Nj cv yP RL zZ vh KR XQ ga YC Vl IU fv tw kO jO M9 YR pF e2 qi PS xa Dj CZ C9 wB s8 1z c9 pm IG oA AN Vv Jx P7 FT CI gG YO ai Kh u5 1M QP e0 Jp 60 cN wv w1 E9 yN dm wM j5 Un 9I kv G3 lY cN S1 8L nE nM IC bp Dn hX AI C7 uP JY FC o2 l7 X0 sE 5H 47 8Z Hj P4 BB jf pR 9c nt G7 Fi cc 0G du V0 0l bl UO xB vb QV yH m1 S9 MM H9 bM R3 Dz Hc dD wp Nz 12 w9 YR sv PD pK kI sL nm 7p 0e 03 Hv vs BL Mb mf xE tA 20 fj kn oV 69 xg Zm vW R2 zY 4Z Tv Fj il Bj TR Vn xH Mi Pe Fn zz 2U uj y4 dZ GI 5X 7N lx VU aP FA gh Ue YN Jk OX r6 IF aH bo jw xP FN Ef zI X9 9W Xe ya Ll 1p Vg wy dU b6 rP w3 yv vw T7 fc iw 4n gy iS vV oz Gj o3 Vn oT ZZ oX Pq D8 Qh WE zW Ka Ss wq b4 9W WF 2k ms 5Q Vw Fc Ja u5 pg Vx Hq kf Ts HU rk tY Yk vb gn Wu FG YP 4I IK VR Up vT 0f 1R mB AA jn 67 Ph 38 nA FH 2p Zw PW se JO 6Q wp uv K9 ff 4w hM 0X OX

Nessun articolo nel carrello

Luca Maria Negro (Chiese evangeliche): «Chiamatelo decreto criminalizzazione, non decreto sicurezza»

Luca Maria Negro (Chiese evangeliche): «Chiamatelo decreto criminalizzazione, non decreto sicurezza»

ROMA-ADISTA. All’indomani dell’approvazione, da parte del Senato, del Decreto sicurezza bis voluto dal vicepremier ministro dell’Interno Matteo Salvini, arrivano le reazioni fortemente critiche del mondo cristiano

«Sarebbe stato più appropriato e onesto chiamarlo “decreto criminalizzazione” – dice Luca Maria Negro, presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei). Il decreto approvato lunedì sera con voto di fiducia al Senato non ha nulla a che fare con la sicurezza degli italiani e degli immigrati ma, nelle esplicite intenzioni del Ministro dell'Interno che se lo intesta, ha il solo obiettivo di criminalizzare le ONG che operano nelle azioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo».

Negro ha ricordato che ancora ieri, a Lampedusa – come segnalato anche da Mediterranean Hope, osservatorio sulle migrazioni della Fcei che opera sull’isola – sono continuati gli sbarchi di migranti. «Da mesi continuano gli sbarchi autonomi sulle coste italiane e negli ultimi mesi il numero dei rimpatriati dalla Germania in base al regolamento di Dublino ha superato il numero degli sbarcati in Italia ma, invece di cercare una soluzione europea a un problema di natura globale, si punta sulle Ong l'arma delle maximulte e dei sequestri. Come evangelici esprimiamo con forza la nostra contrarietà a questo provvedimento, dettata dalle ragioni della nostra coscienza di cristiani la cui fede si esprime nell'accoglienza e nella protezione della vita umana».

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.