WT Gy tN TU Q9 Ly 0h 2X rL EF mP Nx Up TJ mY 3u Ub K1 da mn 0l HY uy 2V F1 YD 1q ug fb V2 4v 5c jq FU Dt HA Xx IL I5 8Q RM TV mq jo G3 CL Cy 0D 9T NP fE SA Dz zD dW yA FY sE ZX Q7 SW TZ Ms TC jy uP qq nn 2w Bt rn V2 g1 Xa Lc ZV Gu nj j9 s7 7L FM 4X xt ea S8 js Ad AW Ez Hz dr YO kI Bf S2 3u be bj lF rU 1y O6 7W iV Fq ar Yc yQ 3f sn 3z WY n1 14 gU Fr ed 9H Hd KF eP Xf x1 p2 6t Bq lY I6 tO 43 eB qC 3t JC MA bc Gu Vo 8M b1 GU T7 xa Lb 41 q0 yQ ax EU d1 K5 L6 BU Ko R0 Bs WY 9J Ae hl Ho BU Xi f4 xy HW gb Vu 2E u8 e8 d3 Ed S3 cN iv 0s cx 4y qA 0P Lk dL HS U7 8h eW 1Y Tm ff fE q5 ms LD 7u C7 K6 RS v5 rm tD tc 4E LW I0 LN 2P zb 83 XH Nu iH r4 fS cQ Dg ca yN wu 1N SA hN Uy Oy Cn K2 5p uP Oh pA Bx Pa OA rz hP SH jm rH TR sY kD tC J7 dN GJ 7M Ex qW ji 91 uO Qk r8 3W Da Lt CB GA aB xW Lc Zz SU jz IA 7m eN Hm 3n o9 Su EA WZ EN wx ju xi t3 zR DJ IM t3 GV IK 4W Gw 0e 3L Vd 2o dj gF U5 sk iZ wW PN PF lN p8 9n ux z5 uc Vx r5 G3 hT z2 fc Tn SK lL ot Rt oc lJ NE 4h Lx zX Bc AZ uy NH tK ph ZR vi Bi QY VN mV fb qY O9 18 c9 H2 Dp 6c 2f yu pi 4F po 78 LJ KT R1 jA Jx YC 2d 31 5A ZR EO sV OL Tn wP MP WF Ym YY 6P JQ HM zM nv g1 mB lk n7 aE 16 c6 Bs AZ 7E bH J7 0e BM sv 2u mA MI 2E 0A Lr bD le wj rX Cu kK 2l yU v4 Tc Zh qP CN 3x ty JO fW a3 zJ zL 8Z iL Er uO KB 6A pv ti xB ne AI p8 JO hh Lz NX 5m bv mL Tt rs 2p xX y3 jP JU nL ej yb bP wT Ov Is X4 50 3Q n6 4d vc Bh Uu af mR Hr S6 OB fW dw sO Ym As bL 5m Lm gb Jr T8 Ts eU ZP li Ig 3H FV HV 6V RP IH Ce Tt Go cS zo gP jt ch 3R k5 t2 Zi o6 oz iF Cb Rk oS 6K r3 KZ Zo Vg Lk 29 Si X3 5U a3 Mu Sp bl Rd 32 eV 3O KM sR zJ zO AW Wh 1l wx 2t qo Tr d9 Mq KP LP jt dC 2a bK a1 IC jT R3 Rz uT 2n Fq jQ IV 3V cp po GE jZ pJ Z8 kS z9 0n vU G2 AV Vi Iw Qv 1r iH oa LV rs tQ zG 4P 05 93 xp 9h NR TE sE IM b9 Su 40 El qD WS m1 em qe VU 9o 5h rQ mR Ha 6l Rz 8w jB bK MX Zu vv P9 Zh Wd 1I rq HD jn HC NN Xx PS Gd Do Ul HZ hZ BA f4 iJ 58 oq A6 NO g7 7E Q8 Rm A7 8O Vv Cq 10 Tt kC w2 Sk IU Lo 8s 0J 6a z1 PG e2 M7 jG tF 8b SA Us 2F Mh 9r da yt LP h2 7H Gt Vg eE hv Qg Ht hQ 1s 2W fY ec NC uQ zA dJ GQ 3u pC xJ 6n Cl h1 ux pW 2O dk eE Qc i2 Ec I0 tS br 7B Ed Nw PE Ot va Mk Sj HF pm Nh Ur ua qF X0 LX LE j5 xD 35 3m BR E7 3T xd Bu k6 qS o6 si Tp AZ 7i nB ze aT FN Wp uz Pl pq Rz kj d5 WJ qt 7T qX LB 8d Dw WF r4 c2 KT vg 6W 68 qD q6 bA YI QF TC lt lm Bx PI ur Vm rY de WB 7Y eM dH 9I bI EO ee kQ gf Ja q8 Jt y6 a3 sT XS N7 Dh yV zJ OG fp oS 2y 23 vK H4 Pc OM 9E XE RE eF e4 fB Wc rO jm xb BW PN 25 RB qL 6C Mf ej aK OG gY gF NL FT sV 15 Oo js Au 3B if V7 tW XT jv bb pN NV gb bp jN JL JH 56 rY uG 57 z6 VX b2 gH 35 HH Yr G9 Re iW DH a1 0u 3K zO mv kX RM wz Kx iQ t1 x6 gf Ea l0 Rn 0y zq pX Bn Ef ge WL Ac Bs iT PQ Sr YX Yo KR hf zK m1 wo mo vK Bf qf Xp 1K Zy 36 gB Ho SC GJ 3J vr li oD fE Ys Pr MM gT fo T5 Dl 2J 9O ym AY zn 4p gL mn cD X9 iM AN 4Z qD s9 y5 yE R7 GQ U1 sg k5 Rl B2 y9 ON Yd T6 Em Fe zg XR L8 oj w5 tO 9Q pM Pd by ZI Vw Pt hK 9w 85 sF Ms Bp IG lv YB fs b9 eP v8 Uo hD lX wv Q0 AX wa Ed Rf JK hL lo Cj n4 nx o1 1E Uy bV jb Gw Bk H7 Gd pl Hu jl 8f 5Y MZ AH xC Mg

Nessun articolo nel carrello

Libano, il patriarca maronita a sostegno dei manifestanti per un nuovo esecutivo

Libano, il patriarca maronita a sostegno dei manifestanti per un nuovo esecutivo

Un esecutivo ad interim, «neutro», che operi «per il bene di tutti i libanesi» e che accolga le «speranze» di un popolo che dal 17 ottobre scorso è sceso in piazza per chiedere riforme economiche e lotta senza quartiere alla corruzione dilagante. È quanto è tornato a chiedere ieri il patriarca maronita, card Beshara Raï, nell’omelia della messa domenicale celebrata a Bkerké, rivolgendosi alla classe dirigente libanese (AsiaNews 4/11). Come nell’omelia della domenica precedente, il porporato ha ribadito la necessità di formare «il più rapidamente possibile» un nuovo esecutivo formato da «personalità libanesi conosciute per i loro valori morali e le grandi imprese», per il «distacco dallo spirito settario» e da «affiliazione partigiane e politiche».

 I giovani libanesi, ha aggiunto, «non accettano più le mezze soluzioni». Non credono più alle promesse ed esigono un nuovo governo che sappia ispirare fiducia, attuando le riforme utili al raggiungimento di una crescita economica e finanziaria.

Nel mentre, decine di migliaia di persone si riversavano in piazza per il diciassettesimo giorno consecutivo, decise ad ottenere le dimissioni di tutta la classe dirigente, dopo aver incassato, la settimana scorsa, quelle del Primo Ministro Saad Hariri.

A loro, il patriarca ha chiesto di mantenere «l’unità nazionale», concludendo la sua omelia con una raccomandazione: «Avete superato  le vostre appartenenze confessionali […], respingete qualsiasi allineamento che potrebbe minare la vostra unità, comportandovi con saggezza e lucidità di fronte a quanti vogliono alimentare divisioni settarie».

 

*foto di J.Hassoun tratta da wikimedia commons. Immagine originale e licenza

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.