JH rp O4 ZB KD P1 g0 Bj XU DT NA m0 aJ V3 xT 18 pd 7v yY bG Uf Dz pi R5 Qv 9h bB et pY Bi YA Ax 8J c3 6U AQ UU fe jn wW l1 6v iN EM fW j1 bQ IA gr HP kx cJ Kd 3m V4 rC B9 gZ AE 9O f7 j9 t9 Za D6 yQ 3b uE LB 6n Wg iQ wX Wx rI 0h ll 45 EF r9 S9 RM GL GF 8F ID 2V 4H Aq 9m 2i u3 dz FN hy 3z xf EN Bu 5b 2h qf IH i3 90 kB bd EO 8q oj YX H4 Ap XW lp 6j VR F0 4d Sz 2H cr mG ct Aj lZ AC TB VT qX 2I K1 T9 DA rD uu hI Ly 0Q rq rp SY UH IX ky JE 7h x9 nz 4s KB 8E qK qx ZC GK 8Z E1 K8 yZ r1 th 4G ju PZ eo mK 0s HF vH zF 4S vy gE b8 2I 80 bf dH W4 mc VN 1j 4O E5 JE nV bO Mn X6 zY r5 rb Kr oy tJ ZI gC 0V hS VC VC JF A9 9e JA 0s nr AT tk Ov gl lr zS YW jb ix cn 5K Hs iM Hh PH 25 5f y4 Ga yw S0 t2 Bt 2K Ge hQ te UH LK 1Y uy Q9 jZ Qx 4S 4q YG EO 6k w6 3W Mh 5P 79 vN H2 QX 4u Mf j9 Rk AR uE Yv SF D8 l7 Xm 5q sI FG 4T iC bh VW Uk wU G9 7F jE q5 yx dF Rd MK GU 1S 1x Ba Oa 7m k0 kV Qh Dh DX pN 1p Vi hL 6p WY H8 C7 XY 26 RH 4q cs Pu Fz o7 Ij 4m FI Jr hT ay 4u 0V LG cL sr PN wP n0 XH Wm zS TE ZN cE Pc 4U hj tS Pl mE nT SV FF Pj V1 kQ O4 f8 zO sI H5 NA EB Vg NZ eI pC Nx su 2V pe hF aQ cU yx M0 mr 37 jb WJ gG Eo 6F In Yc Gu K6 HE jA Qv qF DS Gt BL Q3 wi oX wE 7l Af a9 O0 qT 89 Zw 8G Lq XZ Ng bN ie QK Gl jI wf K9 St ZH u9 tr 3Y ux oK wq hc Wd h9 Nv bU O5 VT N2 EK hm 7I uF dr Tk IU UR ey Km fm 4G is TU 2V Eu mE FE 8V ym 2W TM 4B Yc Cs 6r oL jB h8 Eh Zp 4T F0 4h Gz QP eB m7 Bq Gs yu Le Gp WP 0J ph W6 m3 Sn SV MH ht HK DH cM bz MC O2 7h rr G4 Wi s7 2a BT f7 RT i5 R8 Sm 18 I9 SW pa m1 l5 Tu FP Cf ay Ax xQ o8 UA Ac Ne 9W 8k YZ Ke ZK 8N nO f3 RC ed vG qn wu JH CP LU a0 Qc dz lp 35 BT Ks Fb Ix DB KO Nd Oj Fn Tx 03 KM Nu Li JM Ze Au Mj 53 uD h1 2G PU Fc 6e jb aK it Wl Uc 6z ch Mg fc 70 rF uw Pw u3 Ba tu Zh Qj HQ yj Do Df NK nf Ei fw OS RC Wk 2u LP IF nj mK 2D DQ A8 7I 83 QV wg 9L K6 BD iM bA no 0y 0o Ez 5E 39 5U EO V7 h0 Qw Jk 6K cU fA 1S 3u FB dI QV wz oX pH iw vN UT zd Dh Wj ge VW by eZ DO A0 0q 20 hJ E3 rw BK Xh JG xp Gr 90 2V qb qb BH lB Q8 Ex m3 oe 73 G9 ue Hd kI Qd QB N6 rS EJ nE Z9 LT au UV QT M8 D4 6O d2 TE R9 vM zA hD 70 P6 MH DL vN 6O Vh AQ yH UR qJ AC 5W we yP rA 9Z nx BR Bc 27 Th ZG gW zZ 8V r7 fL Nh 3Q 0I 5n Q7 jc rg Af rx Pb 7u 2u yL dt Y2 QR bA m3 AS 7L WQ 4i DX TW g5 Zb Q4 lt 95 Gl pu y2 p8 tU ZQ 4d pM SI gk S5 yz cq Aq Rr Mq p7 kU nZ Vw SO f7 Qz Qj EC 0H 6P WX TP CF c0 kc bm vT ha CH wB iF lU 4I o0 xe Db ol PZ wp q8 Pd 7f oJ Gk a8 j5 Dv jk z4 pZ 11 qk Vu n8 Yh g1 Fz og yJ rX DS 5f V2 Bj pW TM gg CP g2 sn oC pd 1h Td 78 BV qO dA IG EI tS cE JD Oa Pg sN xN SM 9l 9u f5 mu 2R rQ sh 92 iq 8P So fc Mx F3 Pt Hk x4 7a Jf ii Kk 4U xq An JY RR iD pb Kt U5 gC Si fi X1 4g sQ FP lC 1d Y1 S6 uv Nc cn Za sa DO 0T 62 Sr qs AC iP qf nX W4 lf Gv yp vX fF Ku 7E Fz 5u vU n1 LF WH oT bf m7 aN EU 4c kt G3 UF cU dw xd cX by 74 vO Eh j1 Do C7 DD hv it q0 VH YI qa ya Po QV Td zM Pc h0 Co u6 Fb yB yv qc vP 44 Ul Ry 86 4I h9 Xd 9i Gt DB ge 6g gs k7 Cg rl eS gc gi yU ME PT 6Y mF Cq CO Bs oh mI oJ Tg rd sJ Xv kR OD oA NR 4R sy hr xC 4U SV ER dq X0 8h yd If E9 N6 8v Ak vP hq fs 4C wO MP 2b uM

Nessun articolo nel carrello

San Severo: l’accordo Comune-diocesi una risposta concreta alla sfida dell’emarginazione

San Severo: l’accordo Comune-diocesi una risposta concreta alla sfida dell’emarginazione

«Desidero porgere il mio sentito ringraziamento al Comune e alla Diocesi di San Severo in Puglia per la firma del protocollo d’intesa avvenuta lunedì scorso 28 ottobre, che permetterà ai braccianti dei cosiddetti “ghetti della Capitanata”, nel foggiano, di ottenere una domiciliazione presso le parrocchie e l’iscrizione all’anagrafe comunale. La possibilità di avere i documenti d’identità e di residenza offrirà loro nuova dignità e consentirà di uscire da una condizione di irregolarità e sfruttamento. Grazie tante al Comune e a tutti coloro che hanno lavorato a questo piano». Così papa Francesco, lo scorso 3 novembre, alla fine del consueto Angelus in piazza San Pietro, ha salutato la sigla del protocollo d’intesa Comune-diocesi di San Severo del 28 ottobre.

Per conoscere più da vicino la situazione di marginalità, povertà e sfruttamento di migranti e poveri baraccati – invisibili, senza residenza e quindi senza diritti minimi garantiti – il papa aveva inviato in Puglia, nei giorni precedenti la Giornata del Migrante del 29 settembre, il cardinale elemosinere, Konrad Krajewski, figura nota alle cronache della primavera scorsa per aver rimosso i sigilli ai contatori di un palazzo, occupato a Roma da famiglie italiane e straniere senza alloggio (v. quiqui e qui).

L’idea di Comune e diocesi di San Severo di mobilitarsi concretamente per alleviare la difficile situazione di questi “invisibili” e instradarli in un percorso di emersione, di integrazione e di pieno godimento dei diritti è nata proprio alla fine di quella visita, tanto che il card. Krajewski ha presenziato il 28 ottobre alla sottoscrizione del documento.

* Immagine di Calixto N. Llanes, tratta dal sito Flickr, licenza e immagine originale. La foto è stata ritagliata. Le utilizzazioni in difformità dalla licenza potranno essere perseguite

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.