Nessun articolo nel carrello

La Civiltà Cattolica parla russo

La Civiltà Cattolica parla russo

ROMA-ADISTA. Dopo quelle in francese, inglese, coreano, cinese e giapponese, da domani «La Civiltà Cattolica» esce anche in edizione in lingua russa.

La scelta della data conincide con un anniversario. Cinque anni fa infatti, il 12 febbraio 2016, a L'Avana, ci fu l'incontro fra papa Francesco e Kirill, patriarca ortodosso di Mosca e di tutta la Russia. Una scelta che intende sottolineare l’importanza di quell’episodio all’interno di un processo che resta in movimento, frutto di una lunga, paziente e delicata tessitura diplomatica, religiosa e politica, e che ha come obiettivo - per ora ancora di là da venire - la visita di Francesco a Mosca. Da questo punto di vista, l'edizione russa della «Civiltà Cattolica» - rivista le cui bozze vengono lette e corrette in Segreteria di Stato vaticana - costituisce una sorta di ponte gettato verso il Cremlino, (così come lo è stata l'edizione in lingua cinese nei confronti di Pechino).

«Oggi i cristiani ­– scrive il direttore, p. Antonio Spadaro, nell’editoriale inaugurale dell’edizione russa – sono chiamati a incontrarsi e a superare qualunque ostacolo pur di tendersi la mano. Ciò che ha spinto Francesco e Kirill a incontrarsi sono state le sfide del mondo, le frontiere reali, i drammi del nostro tempo. I cavilli della tattica politica e delle opportunità non possono trattenere i leader cristiani da una stretta di mani». 

La nuova edizione e il nuovo sito della «Civiltà Cattolica» (www.laciviltacattolica.ru) verranno presentati oggi pomeriggio, con un webinar a partire dalle ore 15.30  sul profilo Facebook del direttore dell’Istituto San Tommaso, p. Stephan Lipke 

(https://www.facebook.com/stephan.lipkesj.1) - che cura la versione russa del quindicinale dei gesuiti - con gli interventi dell’arcivescovo di Mosca, mons. Paolo Pezzi, e del nunzio apostolico nella Federazione Russa, mons. Giovanni D’Aniello, dello ieromonaco ortodosso Giovanni Guaita e di p. Spadaro.

 

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.