Nessun articolo nel carrello

A Torre Pellice, prove di unità fra le Chiese protestanti in Italia

A Torre Pellice, prove di unità fra le Chiese protestanti in Italia

TORRE PELLICE (TO)-ADISTA. Prosegue l’Assemblea-Sinodo dei protestanti italiani, in corso a Torre Pellice (To), “capitale” delle valli valdesi, dove per la prima volta da 15 anni in qua e a 32 anni dal reciproco riconoscimento si stanno confrontando i rappresentati delle Chiese battiste, metodiste e valdesi. Si tratta delle tre maggiori denominazioni protestanti italiane, aderenti alla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) che riunisce i protestanti storici italiani. Si differenziano principalmente per le loro origini storiche, oltre che per alcuni elementi organizzativi e confessionali. I valdesi nascono in Francia come movimento nel XII secolo, i battisti si richiamano alle missioni inglesi e nordamericane del XIX secolo, i metodisti nascono nel XVIII secolo in Inghilterra. La teologia comune ha le sue radici nella Riforma protestante e le loro storie convergono in Italia dal Risorgimento ai giorni nostri.

«È stata proprio la collaborazione territoriale fra chiese di diverse denominazioni l’argomento oggetto di dibattito nella sessione mattutina», si legge nella cronaca del settimanale Riforma. «L’invito generale emerso da buona parte degli interventi degli oltre duecento delegati presenti in loco o per via virtuale dalle proprie abitazioni è di arricchire tali scambi, allargarli ad altri membri di chiesa, prevedere scambi intensificati, partecipazione reciproca alle riunioni, alle assemblee delle altre chiese nell’ambito battista, metodista e valdese, rafforzare le iniziative comunitarie. Insomma vivere ancor più nel profondo la fraternità di questi anni. Tutto ciò senza tacere le difficoltà che tale integrazione reca, sia di stampo puramente giuridico (celebrazioni di matrimoni ad esempio) che di rischio manifestato di una riconoscibilità meno semplice di fronte a coloro che decidono di approcciare le chiese magari in età adulta».

Al termine della sessioni sono state approvate due mozioni sul rafforzamento della collaborazione tra le chiese protestanti valdesi e metodisti nei territori, che prevede, fra l’altro, anche la cura pastorale di una chiesa anche di una denominazione differente dalla propria (ad esempio un pastore o una pastora valdese responsabile anche di una chiesa battista, o viceversa). «Insomma – commenta Riforma – rilanciare la collaborazione, sentirsi “noi” più che “noi e loro”, non solo per necessità, ma perché sentito profondamente dalle comunità».

Domani alle 13:30, presso la sala stampa della Casa valdese di Torre Pellice, in via Beckwith, si terrà una conferenza stampa – trasmessa anche in diretta streaming su www.rbe.it e sui social delle chiese – con il presidente del Sinodo valdese Pawel Gajewski, pastore di Terni e Perugia, e Sara Comparetti, presidente dell’Assemblea battista e vice presidente della Fcei, moderata dal pastore Peter Ciaccio.

Questa sera dalle 20:45, presso il Tempio di Torre Pellice si terrà la serata pubblica dal titolo “Pace e pacifismi”, in diretta su www.rbe.it e sui canali social.

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.