Nessun articolo nel carrello

La voce dei migranti al Sinodo valdese

La voce dei migranti al Sinodo valdese

TORRE PELLICE (TO)-ADISTA. La voce dei migranti, tramite le testimonianze degli operatori delle Ong che operano nel Mediterraneo, risuonerà al Sinodo delle Chiese metodiste e valdesi che si apre a Torre Pellice domenica 25 agosto.

Mediterranean Hope, programma rifugiati e migranti della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia,  (Fcei)e la Commissione sinodale per la Diaconia organizzano per lunedì 26 agosto, presso la galleria Scroppo, in via Roberto D’Azeglio 10, a Torre Pellice (To), dalle 12.30 alle 14.45, l’incontro dal titolo “Invece un samaritano lo vide e ne ebbe compassione”. All’appuntamento interverranno Riccardo Gatti, capomissione della Open Arms, Giorgia Linardi, portavoce Italia della Sea-Watch, il pastore Randy Mayer della United Church of Christ, impegnato sulla frontiera tra Usa e Messico.

«Come cristiani non possiamo voltarci dall’altra parte, di fronte a quanto accade purtroppo quotidianamente nel Mediterraneo – spiega Paolo Naso, coordinatore di Mediterranean Hope – . Per questo siamo a fianco di chi continua a praticare accoglienza e solidarietà. Continuiamo quindi a sostenere i nuovi samaritani che, di fronte a persone ferite e perseguitate, non proseguono sulla loro strada ma, evangelicamente, le soccorrono e se ne fanno carico. Siamo dunque felici ed orgogliosi di poter proporre al Sinodo un confronto a partire dalle esperienze concrete di tre realtà che ogni giorno praticano la compassione, l’aiuto umanitario e la solidarietà».

«È un'occasione per ringraziare tutte le persone che si stanno impegnando nel soccorso in mare, nell’accoglienza e nell’integrazione – aggiunge Gianluca Barbanotti, segretario esecutivo della Diaconia Valdese - Non è un ringraziamento di circostanza o formale, ma un segno di fraternità in un momento in cui chi si impegna per il prossimo è attaccato spesso con ferocia. Confidiamo che, chiunque assuma responsabilità nel nostro paese possa rendersi conto dei danni che si stanno arrecando alle persone e ai principi di democrazia. Per il secondo anno quindi siamo lieti di poter accompagnare i lavori del Sinodo con iniziative che si propongono come ponte con la società civile».

Adista rende disponibile per tutti i suoi lettori l'articolo del sito che hai appena letto.

Adista è una piccola coop. di giornalisti che dal 1967 vive solo del sostegno di chi la legge e ne apprezza la libertà da ogni potere - ecclesiastico, politico o economico-finanziario - e l'autonomia informativa.
Un contributo, anche solo di un euro, può aiutare a mantenere viva questa originale e pressoché unica finestra di informazione, dialogo, democrazia, partecipazione.
Puoi pagare con paypal o carta di credito, in modo rapido e facilissimo. Basta cliccare qui!

Condividi questo articolo:
  • Chi Siamo

    Adista è un settimanale di informazione indipendente su mondo cattolico e realtà religioso. Ogni settimana pubblica due fascicoli: uno di notizie ed un secondo di documentazione che si alterna ad uno di approfondimento e di riflessione. All'offerta cartacea è affiancato un servizio di informazione quotidiana con il sito Adista.it.

    leggi tutto...

  • Contattaci

  • Seguici

  • Sito conforme a WCAG 2.0 livello A

    Level A conformance,
			     W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0

50 anni e oltre

Adista è... ancora più Adista!

A partire dal 2018 Adista ha implementato la sua informazione online. Da allora, ogni giorno sul nostro sito vengono infatti pubblicate nuove notizie e adista.it è ormai diventato a tutti gli effetti un giornale online con tanti contenuti in più oltre alle notizie, ai documenti, agli approfondimenti presenti nelle edizioni cartacee.

Tutto questo... gratis e totalmente disponibile sia per i lettori della rivista che per i visitatori del sito.